Gandino piange «Renzino»  Alpino instancabile dal cuore nerazzurro
Lorenzo Rottigni

Gandino piange «Renzino»

Alpino instancabile dal cuore nerazzurro

Malore improvviso, aveva 77 anni. Lorenzo Rottigni era in prima linea con le penne nere, appassionato di sport e della «sua» Atalanta.

Gandino piange Lorenzo Rottigni, 77 anni, colonna del Gruppo Alpini e instancabile volontario in tantissime attività al servizio degli altri. Un malore cardiaco improvviso, che lo ha colpito lunedì 18 giugno verso le 17 in località Fontanei. Vani, purtroppo, i soccorsi e la corsa in ospedale a Seriate. La salma da martedì sarà nella camera mortuaria della Casa di riposo di Gandino.

Celibe, pensionato, Lorenzo era conosciuto con il soprannome di «Renzino», ma anche di «Dragù» per aver giocato in gioventù nella squadra calcistica dei Draghi. Lo sport era una delle sue passioni: aveva giocato nell’Us Gandinese e nel Casnigo, inoltre negli anni Sessanta fu protagonista della rinascita della Corsa delle Uova, a cui partecipò come corridore. Nel 1979 fu anche tra i fondatori dell’Atalanta Club Valgandino, di cui da allora era vicepresidente, e lo scorso febbraio aveva partecipato alla trasferta dell’Atalanta a Dortmund conquistandosi il «titolo» di tifoso bergamasco più anziano presente in Germania.


© RIPRODUZIONE RISERVATA