Gandino, riapre la caserma dei carabinieri Un anno di lavori per risistemarla
La caserma dei carabinieri di Gandino

Gandino, riapre la caserma dei carabinieri
Un anno di lavori per risistemarla

Martedì 30 aprile è tornata operativa. Oltre mezzo milione di euro per i lavori, importo coperto dal Comune di Gandino, dalla Comunità montana e dal Consorzio bacini imbriferi. Il sindaco Castelli: «Nonostante il servizio reso ai cittadini dall’Arma dei carabinieri sia prezioso quanto indispensabile per tutte le comunità della Val Gandino, nessuno degli altri Comuni ha concorso». La caserma ha giurisdizione anche su Leffe, Casnigo, Peia e Cazzano Sant’Andrea.

Dopo oltre un anno torna operativa martedì 30 aprile la caserma dei carabinieri di Gandino. A poco più di un anno dal trasferimento provvisorio a Fiorano al Serio, l’attività degli uomini guidati dal maresciallo Francesco Ciaco è tornata a far capo alla sede di via San Giovanni Bosco, oggetto di un radicale intervento di riqualificazione sostenuto dal Comune.

La caserma ha giurisdizione sui comuni di Gandino, Leffe, Casnigo, Peia e Cazzano Sant’Andrea, che raggiungono un totale di circa 16.700 abitanti . «Il totale complessivo degli interventi – ha dichiarato il sindaco, Elio Castelli – ammonta a 559.500 euro, di cui 130.000 euro coperti dalla Comunità montana per il primo lotto (box interrati), 219.500 euro utilizzando fondi del Consorzio bacini imbriferi e 210.000 euro a carico del Comune di Gandino. Nonostante il servizio reso ai cittadini dall’Arma dei carabinieri sia prezioso quanto indispensabile per tutte le comunità della Val Gandino, nessuno degli altri Comuni ha concorso».

I lavori, affidati all’impresa «Turani» di Telgate e all’ingegner Gianfranco Calderoni, hanno innanzitutto riguardato i box interrati, completamente rifatti. Per quanto riguarda la palazzina principale si è provveduto all’adeguamento sismico del fabbricato, all’eliminazione delle barriere architettoniche al piano terra destinato ad uffici, alla ridistribuzione degli spazi del primo piano destinati all’alloggio dei carabinieri, nonché all’adeguamento relativo all’isolamento e al rifacimento di tutti gli impianti. A causa del cantiere l’attività operativa della caserma di Gandino era stata trasferita presso la caserma di Fiorano al Serio. Ora, in attesa della riconsegna ufficiale, che verrà programmata nelle prossime settimane, gli uffici sono tornati a essere operativi, con orari ordinari dalle 9,30 alle 13 e dalle 14 alle 17,30. Il numero di pronto intervento da chiamare resta in ogni caso il 112 e invariato anche il numero d’ufficio: 035/745.005.


© RIPRODUZIONE RISERVATA