Inseguito da carabinieri e muratori mentre scappa con la droga: preso
Il materiale sequestrato (Foto by Carabinieri)

Inseguito da carabinieri e muratori
mentre scappa con la droga: preso

Donne alle finestre che indicavano la direzione presa dal fuggitivo e un gruppo di muratori che, lasciato il cantiere, si sono messi a setacciare il paese per affiancare i carabinieri nelle ricerche.

Un aiuto spontaneo da parte dei cittadini di Pradalunga, che ha permesso di ritrovare (nascosto tra i rami di un albero) il 23enne marocchino Azedine Rebaui, che prima di nascondersi in mezzo alla natura ha messo in scena un pomeriggio di follia: spaccio di cocaina a San Paolo d’Argon, fuga a folle velocità in auto, investimento di un carabiniere e poi la fuga a piedi. Una corsa interrotta grazie alla collaborazione della gente che ha supportato nella ricerca i carabinieri dell’Aliquota operativa del Nucleo radiomobile di Bergamo.

Tante persone sono scese in strada per complimentarsi per l’intervento dei carabinieri, che ha permesso di assicurare alla giustizia il giovane, già arrestato lo scorso anno (e processato per direttissima) sempre per stupefacenti. Stavolta aveva complessivamente (addosso e a casa) 162 grammi di cocaina e nove panetti (900 grammi) di hashish, oltre ai bilancini di precisione e 2.600 euro in contanti. Arresto convalidato, per il giovane sono stati disposti gli arresti domiciliari, il processo proseguirà il 26 settembre.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 20 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA