In ricordo di Luigi, studenti in marcia  Da Gazzaniga a Bergamo per la sicurezza

In ricordo di Luigi, studenti in marcia
Da Gazzaniga a Bergamo per la sicurezza

È partita poco dopo le 8 di lunedì 1°ottobre la marcia degli studenti per ricordare Luigi Zanoletti, il 14enne morto alla stazione di Gazzaniga. Un lungo serpentone silenzioso che arriverà fino a bergamo alla sede della Sab.

Una marcia «assolutamente pacifica». Lunedì 1° ottobre pochi minuti dopo le 8 è partita da Gazzaniga e raggiungerà Bergamo, per far sentire la propria voce e chiedere verità, giustizia e sicurezza in nome di Luigi Zanoletti, il 14enne morto investito da un bus alla stazione di Gazzaniga lunedì 24 settembre. Percorrerà la media Valle Seriana per giungere fino a Bergamo, davanti alla sede della Sab, riunendo lungo il cammino studenti di mezza provincia. La marcia si sta sviluppando lungo la ciclabile della Valle Seriana, sono circa mille gli studenti in corteo, un lungo serpentone silenzioso che sta percorrendo la valle.

Alla testa del corteo i rappresentanti degli studenti e alcuni sindaci della valle tra cui Mattia Merelli di Gazzaniga , Yvan Caccia di Ardesio e vicesindaco di Castione Simona Bona.Uno striscione anche per sostenere i due compagni di scuola feriti, Paolo Marzupio, 16 anni, e Simone Bigoni, 14 anni, ancora ricoverati in ospedale. Lungo il percorso il corteo si allunga con gli studenti di altri istituti della Valle che si uniscono.

A Bergamo gli studenti del «Natta» al termine delle lezioni hanno esposto uno striscione in piazzale Alpini e omaggiato Luigi con la deposizioni di alcuni mazzi di fiori.

Il cordoglio degli studenti del Natta

Il cordoglio degli studenti del Natta


(Foto by Giuliano Fronzi)


© RIPRODUZIONE RISERVATA