Morti sospette all’ospedale di Piario L’infermiera per ora non torna al lavoro
L’ospedale di Piario

Morti sospette all’ospedale di Piario
L’infermiera per ora non torna al lavoro

Non tornerà al lavoro almeno fino alla fine di aprile Anna Rinelli, l’infermiera su cui sono puntati gli occhi degli inquirenti che stanno indagando su una serie di morti sospette avvenute all’ospedale di Piario.

La donna, 43 anni, originaria di Milano, è indagata per omicidio preterintenzionale. E’ sospettata di aver iniettato Valium ai pazienti in dosi eccessive rispetto a quanto prescritto. L’infermiera ha deciso di prendersi ancora un mese di aspettativa non retribuita prima di tornare al lavoro. L’inchiesta condotta dal pm Carmen Pugliese nel frattempo continua: si attendono9 i risultati dell’esame tossicologico effettuato da esperti nominati dalla procura che ha disposto prelievi sui corpi di cinque pazienti deceduti e riesumati per l’autopsia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA