Voyager sul crollo della Diga del Gleno Successo per la puntata, guardala qui

Voyager sul crollo della Diga del Gleno
Successo per la puntata, guardala qui

Successo per Rai 2 nella serata di lunedì 8 gennaio: la prima puntata di Voyager, il programma di approfondimento condotto da Roberto Giacobbo, ha registrato il tutto esaurito con il servizio realizzato lo scorso novembre riguardo al dramma del crollo della Diga del Gleno.

Tragedia che il 1° dicembre del 1923 causò centinaia di morti tra i piccoli borghi della Val di Scalve e la vicina Val Camonica. Giacobbo ha raggiunto e raccontato la storia della costruzione, del crollo e del processo a carico dei costruttori introducendo due nuove tesi che tenterebbero di dare una spiegazione ad un disastro che, ad oggi, è restato impunito: da una parte l’ipotesi della bomba mossa dall’avvocato e sindaco di Colere Benedetto Bonomo, dall’altra quella del professore Mimmo Franzinelli che parla di un’opera costruita in economia e dunque non in grado di sostenere la portata dell’acqua.

Un mistero che, a distanza di quasi 100 anni, continua ad attirare ogni anno migliaia di escursionisti e curiosi che raggiungono la zona per ammirare quello che resta di un dramma impossibile da dimenticare.

Puoi rivedere la puntata cliccando qui


© RIPRODUZIONE RISERVATA