Rango, il borgo trentino con il mercatino diffuso

Rango, il borgo trentino
con il mercatino diffuso

Torna e resta il mercatino di Natale tra i più suggestivi d’Italia poiché fino al 29 dicembre, il borgo trentino di Rango annoverato tra i «Borghi più belli d’Italia» torna a affascinare per la formula che lo ha reso vincente e unico nel genere.


Nessuna casetta prefabbricata o stand, ma un mercatino diffuso per un’autentica immersione nelle radici più antiche di questo angolo di Trentino, risalente all’anno mille, dove non è retorica dire che il tempo sembra essersi fermato. E dove l’elemento architettonico tipico, il volt è protagonista perché diviene il luogo naturale di accoglienza degli espositori: 90 volt, 90 punti, di cui 12 di degustazione/ristoro, che si scoprono aggirandosi lentamente tra i portech, le piazzette, le cantine, le stalle, le viuzze.

La scelta è vasta tanto che il sito web dei mercatini ha una sezione che li presenta e indica il numero del volt ospitante. Dalle eccellenze gastronomiche del territorio (noci, patate, salumi, formaggi, mele, vini), alle decorazioni di Natale (molte realizzate durante l’anno per questo evento dalle donne del borgo durante l’anno) e di artigianato locale. E inoltre, i prodotti del benessere, fra cui le linee cosmetiche a base di acqua termale, realizzate presso le terme di Comano, il centro termale di eccellenza in Europa per la cura della pelle.

Ma il mercatino di Rango è anche eventi, iniziative e atmosfera viva del Natale:
- 26 dicembre: ore 15.30 arrivo di Babbo Natale in piazza
. tutte le giornate, ore 12.30: polenta concia in piazza e dalle ore 17 suggestivo spettacolo di video mapping sulle antiche case della piazza della fontana.

Ma c’è anche una grande novità, spettacolare sia per i bambini che per i grandi: c’è LA STRIA! La strega più grande del mondo, appena entrata nel guinness dei primati, è la novità che si unisce al piacere della visita ai mercatini di Rango, perché è tappa imperdibile, a Balbido, proprio sulla strada per Rango, da cui anche il servizio navetta passa per raggiungere i mercatini. I bambini ma anche i grandi resteranno a bocca aperta: misura 10,77 metri, tridimensionale, realizzata con un fitto intreccio di canne di bambù e legno (testa, mani e piedi) e diviene una attrazione particolarmente in tema con le tradizioni del Natale, che si legano alla storia di Balbido (Paese Dipinto), noto per i suoi murales e per le installazioni di scultura lignea, ma anche fortemente caratterizzato dalla tradizione popolare legata alle “strie” dispettose, che nella val Marcia si divertivano in passato a gettare le pietre contro i carri dei contadini.

PER I BAMBINI: Rango è un paradiso per i bambini (che possono anche fare il primo assaggio di neve a Bolbenolandia). Durante i Mercatini di Natale per i bambini disponibile gratuitamente “la stanza dei giochi”. Qui i bambini potranno partecipare a laboratori creativi, giocare, colorare, ascoltare le fiabe in compagnia di educatrici specializzate. Inoltre: gli asinelli e i pony di Natale per un giro in calesse, e ancora, il piccolo Museo della Scuola, che conserva oggetti e materiale didattico della prima metà del Novecento e dove i bambini possono assistere ad esperimenti (ingresso gratuito).La chicca 2019 ? Dalle stelle alle stalle: in una vera stalla, all’interno di una vecchia casa contadina, un artista locale ha realizzato gli animali della stalla e della civiltà contadina con materiale naturale (rami, stroppe, paglia). Fra questi una simpatica mucca ai quali i bambini potranno dare un nome. E ci sarà il momento selfie di goni bimbo che lo desideri, con l’animale preferito.

www.mercatinidirango.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA