Valle d’Aosta, le news
della stagione sciistica

Al via la stagione sciistica in Valle d’Aosta. In tutte le stazioni per accedere alle piste è attivo il Teleskipass che consente di salire direttamente sugli impianti di risalita senza dover acquistare lo skipass alle biglietterie.

Valle d’Aosta, le news     della stagione sciistica

Skilife.ski , il portale dello sci in Valle d’Aosta , è il principale punto di riferimento per lo sci alpino, con informazioni e aggiornamenti in tempo reale sui comprensori, bollettini neve, webcams, apertura piste e impianti, tariffe.

Gli skipass della Valle d’Aosta
Lo «Skipass Valle d’Aosta» è la libertà a portata di mano. Lo sciatore può scegliere la stazione in funzione dei propri gusti, della qualità della neve e delle condizioni meteorologiche, evitando l’obbligo di dover sciare in una località predefinita. Un unico biglietto per sciare in tutti i comprensori valdostani.
Di seguito le tariffe:
Stagionale Valle d’Aosta € 1.180: valido in tutte le stazioni del territorio valdostano, compreso la SkyWay Monte Bianco, oltre che La Rosière sul territorio francese e Alagna su quello Piemontese.
Stagionale Valle d’Aosta + Zermatt € 1.393: con il quale è possibile sciare anche sull’intero comprensorio della località Svizzera

Le novità della Valle d’Aosta

Matterhorn Alpine Crossing – Cervinia
Nell’autunno 2022 anche i viaggiatori che non hanno dimestichezza con I’aIta montagna e la neve potranno valicare Ie Alpi da Cervinia a Zermatt e viceversa grazie al futuristico progetto del Matterhorn Alpine Crossing. Un viaggio che rappresenterà la versione contemporanea e tecnologica del Grand Tour, permettendo agli ospiti di tutto il mondo di podere dello spettacolo del Cervino e della corona di Quattromila che Io circonda, passando daII’ItaIia alla Svizzera grazie agli impianti di risalita. Il progetto, unico a IiveIIo europeo, rappresenta la naturale continuazione del Matterhorn Glacier Paradise, la funivia trifune più alta al mondo , inaugurata neII’autunno 2018, che raggiunge il Piccolo Cervino. II collegamento tra Valle d’Aosta e Vallese sarà reso possibile da un’aItra funivia trifune, che supererà senza tralicci gli 1,6 chilometri del tragitto fra Testa Grigia (3’458 m) e Piccolo Cervino (3’821), in soli 4 minuti. Le cabine, disegnate da Pininfarina e del tutto simili a quelle del Matterhorn Glacier Paradise, ospiteranno ognuna 28 passeggeri che si potranno comodamente accomodare su sedili riscaldati. Quando la nuova tratta entrerà in funzione, i viaggiatori potranno passare direttamente da una funivia aII’aItra con un tragitto di pochi metri, percorribile anche in sedia a rotelle.

La telecabina da Les Suches a Chaz Dura - La Thuile.
Nel corso dei prossimi anni è previsto un ammodernamento e una razionalizzazione del comprensorio sciistico di La Thuile mediante la sostituzione delle due vecchie seggiovie triposto fisse con una nuova telecabina ad ammorsamento automatico che, partendo dalla stazione di arrivo del DMC a Les Suches raggiunga direttamente la cima del monte Chaz Dura. . L’entrata in servizio dell’impianto è prevista per l’inverno 2024 e consentirà anche ai pedoni di poter raggiungere uno dei punti più panoramici del comprensorio sciistico e di godere di una vista unica sul Monte Bianco e sui meravigliosi 4000 delle Alpi Graie e Pennine Valdostane.

Nuova funivia per gli impianti Youla e Arp - Courmayeur
Si è conclusa la progettazione di un altro intervento strategico, la nuova funivia che sostituirà le storiche Youla e Arp in servizio dal 1961. Gli impianti, che raggiungono il punto più alto del comprensorio, sono stati per 6 decenni la porta verso il freeride del comprensorio, i mitici canali delle Val Veny e di Dolonne. Da tre stagioni la Cresta d’Arp è servita da una pista di sci (rossa) che ha allargato la platea degli sciatori.

Progetto nuova telecabina 10 posti - Pila-Couis
Si avvicina sempre di più l’inizio dei lavori per la nuova cabinovia Pila-Couis in Valle d’Aosta. Il nuovo impianto Pila-Couis, la cui inaugurazione è prevista per la stagione 2023.24, permetterà di raggiungere il punto più alto del comprensorio a 2.725mslm, in un tempo di 16 minuti, passando per 2 stazioni intermedie. In particolare, la stazione di partenza si unirà con la stazione di arrivo della Aosta-Pila, realizzando un innovativo centro servizi. Contestualmente è stato definito anche il progetto della stazione di arrivo, con annesso ristorante panoramico da cui si potranno ammirare tutti i 4.000 metri della Valle d’Aosta…
In un futuro prossimo sarà dunque possibile raggiungere uno dei punti panoramici più iconici della Valle d’Aosta partendo dal centro di Aosta con soli 2 impianti: la attuale Aosta-Pila e la prossima Pila-Couis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA