• Giovedì 21 Maggio 2020
  • (0)

Ardesio, il campanaccio della solidarietà

Non è un semplice campanaccio: è un pezzo unico perché creato da un artigiano di Aosta con la fusione di metalli giunti da tutte le regioni d’Italia per l’iniziativa benefica del gruppo Facebook “campanacci d’Italia” in favore dell’ospedale di Piario. Nel nome delle loro tradizioni popolari, Ardesio e Livigno se lo sono disputato all’asta fino all’ultimo, con Ardesio ad avere la meglio con l’offerta di 3650 euro grazie ai contributi di Amici del Zeneru’ e del Monte Secco, Cai, Pro Loco, Alpini, Valcanale Team e persino dell’eremita Flaminio Beretta che ha dato il suo benestare all’operazione. Bruciata Livigno sul filo di lana per una manciata di secondi, ad un patto: il campanaccio e la presenza degli ardesiani in Alta Valtellina alla locale festa per la transumanza di settembre. Alla fine ne è uscita una raccolta fondi di oltre quindicimila euro che saranno donati all’ospedale dell’Alta Val Seriana grazie a questo speciale campanaccio. Il servizio di Elisa Cucchi per Bergamo Tv con l'intervista all'assessore comunale Antonio Delbono, componente della Pro Loco di Ardesio e degli Amici del Zenerù.

Guarda gli altri video