• Giovedì 21 Settembre 2017
  • (0)

Capossela, Panariello, Gigi D’Alessio
La «ricca» stagione del Creberg Teatro

Giorgio Panariello, Gigi d'Alessio, Vinicio Capossela, il musical "Mamma Mia", ma anche serate dedicate all'attualità con Andrea Scanzi, e ai più piccoli, con Madagascar. Titoli e personaggi di sicuro richiamo per la nuova stagione del Creberg Teatro, gestito da Ente Fiera Promoberg, che quest'anno più che mai è destinato a diventare un luogo di ritrovo e intrattenimento importante data la chiusura per restauro del Donizetti. Tra i personaggi, con uno show dedicato a Enzo Jannacci, anche un celebre duo della comicità italiana: Ale e Franz.

Dal prossimo 4 ottobre fino al maggio 2018 si snoderà lo scoppiettante calendario del CrebergTeatro Bergamo in una stagione che per il settimo anno è curata dall’Ente Fiera Promoberg e che propone ben 23 spettacoli suddivisi in vari filoni: musical, recital, concerti, comicità, commedia, classici. Il cartellone comico sarà aperto da Giorgio Panariello, in “Il Panariello che verrà” con la sua verve per coinvolgere tutti in uno spettacolo nuovo e imperdibile. Protagonista in radio, televisione, teatro e cinema: la sua poliedricità lo ha portato a calcare i palchi di tutta Italia con show unici, divertenti e allo stesso tempo emozionanti.

Evento speciale per la notte di Capodanno sarà quello creato ad hoc per il pubblico bergamasco da Antonio Albanese in “Personaggi”. Questo spettacolo riunisce alcuni tra i volti creati da Antonio Albanese che in questi anni abbiamo imparato a conoscere e ad amare, dove la nevrosi, l’alienazione, il soliloquio nei rapporti umani e lo scardinamento affettivo della famiglia, l’ottimismo insensato e il vuoto ideologico contribuiscono a tessere la trama scritta da Michele Serra e Antonio Albanese, per la regia di Giampiero Solari.

Il 17 febbraio sul palco del CrebergTeatro torna a grande richiesta Giuseppe Giacobazzi, dopo il sold out della stagione scorsa il comico romagnolo sarà in scena con il suo “Io ci sarò”. “Questo spettacolo mi ha portato a creare un ponte con lo spettacolo precedente, praticamente ricominciando da dove abbiamo finito, ma con una domanda in più…: riuscire a comunicare a due generazioni interposte, che poi, di solito, dovrebbe essere il mestiere dei nonni con i nipoti. Quindi, ho pensato di lasciare un ‘videomessaggio’ che possa spiegare ed eventualmente interagire con i miei possibili futuri nipoti. E l’unico modo che conosco, è farlo davanti ad un pubblico.”

Proseguirà il 2 marzo la stagione teatrale con Maurizio Battista in “Cavalli di razza” Lo spettacolo parte dagli inizi della carriera di Maurizio e la percorre fino ad oggi, mantenendo fede alla sua identità di artista legato al suo pubblico ed alla sua storia professionale ed umana. L’8 marzo Teresa Mannino sarà in scena con il suo nuovo spettacolo “Sento la Terra girare”. L’artista siciliana tornerà sul palco del CrebergTeatro con la sua comicità travolgente, ispirata sempre dalla sua amata Sicilia.

Il 16 marzo rivedremo, dopo i grandi successi e sold out ottenuti nelle scorse stagioni, Ale e Franz con “Nel nostro piccolo – Gaber, Jannacci, Milano”. “Gaber e Jannacci sono per noi la scintilla da cui vedere l’uomo come il centro di tutto. Conoscere il suo mondo. Vederlo mentre ci gira intorno. Un mondo, sofferto e gioioso, colorato e grigio, assolato e buio. Ma sempre, e comunque un mondo vero, reale. Senza timori, senza remore. Vorremmo raccontarvi la fortuna di aver potuto respirare la stessa aria che Gaber e Jannacci respiravano. L’aria di Milano”.

Il 21 aprile sarà la volta di una grandissima e divertentissima comica, Geppi Cucciari con il suo nuovo spettacolo, “Perfetta”.” È un monologo teatrale che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Una donna che conduce una vita regolare, scandita da abitudini che si ripetono ogni giorno, e che come tutti noi lotta nel mondo. Concluderà il ciclo della comicità il 12 maggio Andrea Pucci in “In…tolleranza zero”, il nuovo spettacolo in cui Pucci, sostenuto musicalmente dalla Zurawski live Band, rende esilarante la fatica del vivere a 50 anni. L’ interagire con nuove e incomprensibili mode, nuove tecnologie, l’educazione dei figli e le loro devastanti e dispendiose attività extrascolastiche, rende tutti INTOLLERANTI.

Per la sezione MUSICA, il 24 novembre al via in autunno la nuova tournée teatrale di Gigi D’Alessio – Live Tour 2017 che torna on stage dopo l’avventura sul palco del 67° Festival di Sanremo e il successo dell’album “24.02.1967”. Durante i concerti D’Alessio ripercorrerà 25 anni di carriera, con le canzoni e le hit che hanno fattocantare intere generazioni: “Non dirgli mai”, “Il cammino dell’età”, “Quanti amori”, “Non mollare mai”, “Un nuovo bacio”, e tante altre ancora. Il 13 dicembre salirà sul palco del CrebergTeatro Vinicio Capossela in “Ombre nell’inverno” un nuovo suggestivo spettacolo ambientato tra ombre, nebbie e riflessi, ma con una struttura libera nel repertorio e nella narrazione. Non sarà il concerto di un disco solo, ma abbraccerà l’intera opera di Vinicio Capossela seguendo il filo conduttore dello spettro che si ripresenta nell’inverno. Chiuderà con la musica il 4 maggio e sarà un grande ritorno dopo il sold out ottenuto nelle stagioni precedenti al CrebergTeatro, Stefano Bollani in “Piano Solo”, più che un tradizionale concerto al pianoforte, è un omaggio all’arte dell’improvvisazione. Nel momento in cui Stefano Bollani sale sul palco per il suo one man show, tutto può accadere.

Il musical sarà al CrebergTeatro il 10 e 11 novembre con “Mamma Mia” Questa commedia musicale adatta a ogni età approda finalmente in Italia in una inedita versione interamente rinnovata e creata da un team esclusivamente italiano, che ha realizzato tutto lo spettacolo, dalla regia alle scenografie, dalle coreografie ai costumi, traducendo integralmente i dialoghi e le 24 canzoni degli Abba suonate dal vivo dall’orchestra, una produzione tutta italiana, con protagonisti tre attori amatissimi dal grande pubblico come Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz. Nel ruolo protagonista femminile Sabrina Marciano, circondata da un cast di oltre 30 artisti e un’orchestra che suonerà dal vivo. Il nuovo travolgente Musical firmato da Massimo Romeo Piparo, vi sorprenderà ed emozionerà!

A seguire il 2 dicembre il musical “Madagascar a Musical Adventure” per la prima volta in Italia dal vivo. I personaggi della DreamWorks campioni d’incassi con i film “Madagascar” saranno i protagonisti di un musical esuberante e brillante: Alex il Leone, Marty la Zebra, Melman la Giraffa e Gloria l’Ippopotamo sono le grandi star dello Zoo di New York. Madagascar è un inno all’amicizia dedicato a un pubblico di ogni età, una traversata oceanica che porterà gli spettatori dalla giungla urbana dei grattacieli di New York alle spiagge della fantastica isola africana.

Il 23 dicembre “Il Magico Zecchino d’Oro” per i suoi primi 60 anni lo Zecchino d’oro si regala un Musical. Le canzoni, scelte per popolarità e riconoscibilità, incalzeranno nella trama e daranno vita a uno spettacolo avventuroso, un vero e proprio fantasy in stile musical, in grado, da una parte, di divertire i più piccoli e, dall’altra, di riportare i più grandi a rivivere, con un pizzico di nostalgia, le canzoni dello Zecchino che hanno costellato alcuni momenti della loro infanzia attraverso un viaggio nei ricordi di uno spaccato indimenticabile della storia del nostro paese.

Il 14 febbraio la stagione proseguirà con il musical “Dirty Dancing”, un concentrato di romanticismo, sensualità e musiche travolgenti. Il titolo dei record celebra i suoi primi 30 anni. Dirty Dancing il musical torna in grande spolvero per celebrare i 30 anni di un film divenuto cult sin dalla sua prima uscita, datata 21 agosto 1987.

Per la sezione RECITAL potremo applaudire il 26 gennaio Andrea Scanzi con “Eroi”, in questo nuovo monologo Scanzi racconta una carrellata di campioni ognuno a suo modo eccezionale. La bellezza di Marco Van Basten e il talento di Alberto Tomba, l’agonia del Pirata Pantani e l’ostinazione di Yuri Chechi, la rivoluzione di Nadia Comaneci e il sogno di Gilles Villeneuve, costi quel che costi. Lo scatto proletario di Pietro Mennea e la grandezza di Muhammad Ali. Storie di redenzioni, ma pure di dissipazioni, come quella di George Best. Storie di eroi, a volte loro malgrado. Ora per sempre e ora anche solo per un giorno.

Il 9 febbraio Marco Paolini con “Le avventure di Numero Primo”, racconta storie ambientate nel futuro prossimo ed è un esercizio confinato in un genere: la fantascienza. Esiste una tradizione di fantascienza in letteratura e nel cinema ma a teatro non è molto diffusa. Per tagliare la testa al toro conviene subito dire che Numero Primo è un esperimento di fantascienza narrata a teatro, ma che agli autori non piace chiamarla così. Numero Primo è una storia che racconta di un futuro probabile fatto di cose, di bestie e di umani rimescolati insieme come si fa con le carte prima di giocare. Numero Primo è anche il soprannome del protagonista, figlio di Ettore e di madre incerta. Ma anche le cose e le bestie hanno voci e pensieri in questa storia.

Il 10 febbraio dopo lo straordinario successo dello spettacolo teatrale “Caravaggio”, dove Vittorio Sgarbi ha condotto il pubblico bergamasco in un percorso trasversale fra storia dell’artista ed attualità del nostro tempo, parte una nuova esplorazione sull’universo di “Michelangelo”.

Il 3 marzo ritroveremo Federico Buffa nel suo nuovo spettacolo,“A night in Kinshasa”, Muhammad Ali vs George Foreman. Molto più di un incontro di boxe un episodio di riscatto sociale che cambia la storia. Da lì parte il racconto di Federico Buffa, giornalista sportivo che si è imposto all’attenzione del pubblico per la straordinaria capacità di raccontare le storie dei campioni e degli eventi sportivi.

“La paranza dei bambini”, lo spettacolo tratto dal romanzo di Roberto Saviano ambientato tra i ragazzini di camorra di Napoli, sarà in scena il 9 marzo al CreberTeatro, scritto da Mario Gelardi che ne è anche il regista, lo spettacolo racconta il significato “paranza dei bambini” indica la batteria di fuoco, ma restituisce anche con una certa fedeltà l’immagine di pesci talmente piccoli da poter essere cucinati solo fritti, proprio come quei giovanissimi legati alla camorra che Roberto Saviano racconta nel suo ultimo best seller.

Per chiudere il ciclo dei Recital, il 17 marzo troveremo Moni Ovadia in “Il Casellante”, uno spettacolo con musiche, dove si ride e ci si commuove al tempo stesso. Gli attori e i musicisti, immersi nella stessa azione teatrale narrano una vicenda metaforica che gioca sulla parola, sulla musica e sull’immagine.

Per la COMMEDIA, il 16 dicembre arriverà per la prima volta sul palco “La strana coppia” di Neil Simon, che segna il ritorno al teatro, dopo oltre dieci anni, di Claudia Cardinale, icona del cinema e tra le più grandi attrici italiane di tutti i tempi. Un omaggio a Pasquale Squitieri, recentemente scomparso, che aveva fortemente creduto in questo progetto,

attraverso cui raccontare la grande forza che l’amore ha di unire e non separare, che sarà messo in scena dal suo aiuto-regista prediletto Antonio Mastellone, tramite l’utilizzo dei suoi appunti di regia. Si tratta della versione al femminile della nota pièce teatrale, e porterà sul palco una vera “strana coppia” come Claudia Cardinale e Ottavia Fusco, i due grandi amori della vita di Squitieri: la sua storica compagna di vita e la sua ultima moglie.

Per i classici l’immancabile appuntamento con I Legnanesi che, affezionati al pubblico bergamasco, saranno in scena dal 10 al 15 aprile con il nuovo spettacolo “Signori si nasce… e noi?”.

La stagione è stata illustrata da Luigi Trigona, segretario generale Ente Fiera Promoberg, Angelo Piazzoli, segretario generale Fondazione Credito Bergamasco, Massimo Boffelli, direttore Fondazione Teatro Donizetti e Paolo Scotti, direttore artistico CrebergTeatroBergamo.

Info e biglietti su www.crebergteatrobergamo.it e www.ticketone.it

Altri articoli
Guarda gli altri video