Martedì i funerali del 23enne
di Pontoglio morto a Filago

Martedì i funerali del 23enne di Pontoglio morto a Filago

Un ventitreenne di Pontoglio, Stefano Facchi, è morto nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 novembre a Filago per un incidente stradale, proprio nello stesso punto in cui a settembre era deceduto un motociclista di 44 anni di Bonate Sotto. Ferito, ma non in pericolo di vita, anche un coetaneo di Facchi che abita pure lui nel paese bresciano.

La dinamica dell'incidente è ancora da definire esattamente, ma considerando il volo impazzito della macchina probabilmente l'alta velocità ha giocato un ruolo fondamentale. Facchi era al volante di una Mini Cooper sulla provinciale 183, quando, verso le 2,10, all'altezza della rotatoria che conduce a Marne, non distante dallo stabilimento della Bayer, non ha curvato ma è andato diritto attaversando la rotonda e finendo contro il guardrail. L'auto si è piegata verso il fianco destro, il guardrail è entrato nel tettuccio della Mini Cooper e l'auto si è ribaltata ancora fermandosi dopo circa 30 metri in un campo totalmente capovolta.

Sono subito intervenuti i soccorsi, il personale medico del 118 ha tentato di rianimare il giovane, ma non c'è stato nulla da fare. La salma di Facchi è alla camera mortuaria del Policlinico di Zingonia dov'è in corso l'ispezione esterna. L'amico, che era seduto sul lato passeggero, è stato trasportato al Policlinico con varie ferite, tuttavia non è in gravi condizioni. Sul luogo dell'incidente anche i vigili del fuoco di Dalmine e la polizia stradale di Bergamo.

Stefano Facchi lavorava come autista, poi alcuni mesi fa aveva deciso di aprire un ristorante continuando nel frattempo a lavorare in attesa di avviare la nuova attività. Abitava a Pontoglio in via Cividate, dove lascia la mamma Donatella Bertoli, il fratello Cristian di 20 anni e la sorellina Sara di 11 (il padre è morto in un infortunio sul lavoro) e dove ieri è stata allestita la camera ardente in attesa dei funerali, fissati per martedì alle 15.

© RIPRODUZIONE RISERVATA