Lunedì 07 Dicembre 2009

Osio Sotto, fondi dalla Regione
per la piattaforma ecologica

Dalla Regione arriveranno 400 mila euro per la nuova piattaforma ecologica di Osio Sotto, dopo le irregolarità che erano state riscontrate nella procedura di assegnazione della gara d’appalto, che era stata indetta dalla precedente amministrazione comunale. I fondi consentiranno di ultimare i lavori, fermi da tempo.

Secondo la Regione ci sarebbero state delle irregolarità nella fase di affidamento dei lavori per il primo lotto della piattaforma. Lavori che la precedente Amministrazione avrebbe affidato alla Cm Teco Scavi, impresa bergamasca oggi fallita, a seguito di uno sconto del 45% sull’importo a base d’asta delle opere edili, pari a circa 210 mila euro, che avrebbe comportato un importo di affido pari a quasi 116 mila euro. Un ribasso che – stando a quanto scritto in una nota indirizzata dalla precedente Amministrazione al Pirellone – sarebbe «stato concordato con il Comune come contropartita per l’apporto a titolo gratuito della terra-argilla sul corpo dell’ex discarica a sigillatura dello stesso», ma ritenuto irregolare dal Pirellone.

Così come ritenuta irregolare, perché avvenuta a titolo gratuito, era stata l’operazione di rialzo (che sarebbe stata eseguita su richiesta della precedente Amministrazione) di tutta la zona di intervento di circa due metri rispetto alla quota originaria del piano di campagna, utilizzando 12.600 metri cubi di materiale costituito da mistone di cava per un valore di mercato pari a 264.600 euro. Operazioni di fronte alle quali la Regione aveva messo uno stop al finanziamento per la realizzazione della piattaforma.

Ora finalmente è arrivato il via libera. La Giunta comunale ha già approvato il progetto preliminare relativo al completamento della nuova piazzola, per un importo totale di 500.000 euro. I lavori dovrebbero essere ultimati nel corso del 2010.

k.manenti

© riproduzione riservata