Martedì 05 Gennaio 2010

Grassobbio, bimbo di 10 mesi
muore soffocato da un rigurgito

Una vicenda drammatica ha scosso la comunità di Grassobbio. Un bambino di soli 10 mesi, Davide Baggi, sabato sera è morto a causa di un rigurgito che lo ha soffocato. A nulla è valsa la corsa dei familiari fino all'ospedale e il prodigarsi dei medici nel tentativo di salvarlo: il piccolo è andato in arresto cardiocircolatorio e purtroppo non ce l'ha fatta.

Il dramma si è consumato nell'abitazione della famiglia, in via Tonale 7, a Grassobbio, dove il bambino si trovava in quel momento accudito dai nonni paterni, in quanto i genitori erano negli Stati Uniti per un breve soggiorno, con l'altro figlio di 4 anni. Secondo quanto è stato ricostruito, il piccolo Davide da qualche giorno soffriva di una forma di gastroenterite, che gli causava vomito. Un malanno fastidioso, ma all'apparenza non grave, di certo non infrequente nei bambini. Oltre agli episodi di vomito, Davide non presentava sintomi che potessero destare particolari allarmi.

«Nonostante i disturbi dovuti alla gastroenterite – racconta ancora incredulo il padre Averardo Baggi, titolare di un autonoleggio "Sixt" a Orio al Serio – ci è stato riferito che il bimbo fino alle 18,30 giocava tranquillamente». Poi, il dramma. Secondo quanto è stato ricostruito, verso le 19,30 il bambino si è sentito male di nuovo e ha vomitato. Sembra che parte del rigurgito, però, gli sia finito nelle vie aeree, impedendogli di respirare. «Tutto è successo molto rapidamente», racconta il padre. I nonni che lo stavano accudendo, allarmati, si sono precipitati con il piccolo al pronto soccorso dell'ospedale Bolognini di Seriate. Nonostante il prodigarsi dei medici che lo hanno preso in cura, il bimbo non ce l'ha fatta. Dopo vari tentativi di rianimarlo, il personale ospedaliero non ha potuto far altro che constatarne il decesso.

Papà Averardo e mamma Lisa, con l'altro figlio di 4 anni, si trovavano a New York e sono stati subito avvisati della tragedia e sono riusciti, dopo varie peripezie, a rientrare a casa lunedì 4 gennaio. Il funerale sarà celebrato giovedì 7 gennaio alle 15 nella chiesa parrocchiale di Grassobbio.

k.manenti

© riproduzione riservata