Venerdì 08 Gennaio 2010

Piccoli Comuni votati al risparmio
E i sindaci puliscono le strade

I piccoli Comuni sposano l'arte di arrangiarsi. Così il sindaco diventa giardiniere, oppure stradino. O ancora fa pulire pavimento e vetri del municipio alla moglie. Le casse comunali piangono, occorre risparmiare, così i piccoli Comuni bergamaschi tirano la cinghia. A Blello, 90 anime, alcuni lavori in paese li fa il Consiglio comunale: un assessore cura il cimitero, i consiglieri, in estate puliscono strade e mulattiere. Il giardino del municipio lo taglia il sindaco, gli uffici sono puliti dalle mogli.

A Brumano, 97 anime, per risparmiare ci si affida al volontariato. Insieme alla Polisportiva sindaco e consiglieri puliscono tombini, erbacce e mulattiere. Per risparmiare alcuni Comuni hanno condiviso alcuni servizi: si uniscono le forze, ci si allea per sbarcare il lunario.

Un'inchiesta che sarà pubblicata sabato 9 gennaio su L'Eco illustra tanti altri casi da Ornica a Valtorta, da Moio de’ Calvi a Roncobello a Valleve. Infine il caso di Oltressenda Alta dove dal 1958 consiglieri e giunta rinunciano all’indennità: il risparmio e il disavanzo di amministrazione arrivano soprattutto da questo voce.

e.roncalli

© riproduzione riservata