Venerdì 15 Gennaio 2010

Distrutte le case dei Monfortani
costruite dai bergamaschi ad Haiti

La tragedia di Haiti ha colpito anche le comunità Monfortane presenti sull'isola caraibica. Sotto le macerie del terremoto sono morti nove studenti monfortani e un padre loro assistente. Numerose le case di comunità distrutte, comprese quelle delle Suore Monfortane. E sono andate perdute molte opere sociali costruite con gli aiuti degli amici bergamaschi delle Missione Monfortane.

Pur non avendo coinvolto missionari monfortani italiani, il dramma tocca comunque da vicino tutti e moltissime persone, organismi di volontariato di Bergamo, che sostengono l'opera straordinaria dei monfortani delle comunità di Haiti.

Dall'isola caraibica giunge anche la notizia della distruzione della casa delle Suore di Turgeau, mentre le grande chiese di Port au Prince sono state demolite. 

«E' l'ora delle lacrime - ha scritto in una mail alla redazione Padre Maurice dei Monfortani - dappertutto è la desolazione e i Monfortani non sono stati risparmiati Padre Laurent è ritornato da La Plaine con i Padri Jackson, Wilner, Rams, e Coppée. Lo scolasticato di La Plaine non ha subito danni; hanno lasciato là Padre Olivier, che ha voluto restare allo scolasticato con i giovani. Lo scolasticato registra la scomparsa di 9 seminaristi (gli 8 teologi, più Pierre Richard France). L'immobile è collassato sul pulmino che occupavano al momento in cui si apprestavano a lasciare il luogo, sono rimasti schiacciati dalle lastre di cemento, è stato impossibile intervenire . Gli altri studenti stanno bene. La decima vittima è Padre Jean Baptiste che manca all'appello: probabilmente è rimasto anch'egli schiacciato dai blocchi di cemento dei piani della casa d'accoglienza di Baussan, l'ala che sta a destra della vecchia casa, costruita più recentemente è crollata sul parcheggio a pianterreno nel momento in cui Jean Baptiste cercava di uscire precipitosamente dalla casa».

e.roncalli

© riproduzione riservata