Venerdì 15 Gennaio 2010

Haiti, Bergamo cerca i dispersi
sul sito della Cri e Facebook

Social network, Facebook e internet sono presi d'assalto da tantissimi italiani che chiedono notizie sui propri familiari, amici, parenti che si trovavano ad Haiti durante il terremoto. Alcuni cercano i genitori, altri un fratello, una sorella uno zio, un cugino da tempo espatriato nel Paese caraibico.

Alcune richieste arrivano anche da Bergamo, oltre che da Milano, Lecco, Napoli, Rovigo, Firenze e altre città. Nella notte è stato rintracciato don Mauro Brescianini, originario di Palosco, ma ora appartenente alla diocesi di Milano. E' stato il fratello Daniele Brescianini, che risiede a Paderno Dugnano a iscriversi al sito della Croce Rossa per avere notizie. Nella notte è giunta la conferma che don Mauro è vivo: il sacerdote - da due anni e mezzo ad Haiti - è riuscito anche a mettersi in contatto telefonicamente con la famiglia.

Facebook e i gruppi dedicati al sisma di Haiti nati nelle ultime ore sul network, ospitano decine di messaggi. Moltissime anche le pagine web ove poter segnalare il nome di chi si ricerca.

Il Comitato internazionale della Croce rossa (Cicr) ha attivato uno speciale sito per avere notizie dei propri cari: l'indirizzo è www.icrc.org/familylinks.

Nello stesso spazio, molti sopravvissuti segnalano alle famiglie: "Sono vivo, mi potete contattare a questo nuovo indirizzo".

e.roncalli

© riproduzione riservata