Martedì 09 Febbraio 2010

Meteo: ancora nuvole e freddo
ma della neve soltanto l'odore

I conti esatti li faremo a fine stagione, ma la sensazione personale è che l'inverno in corso si stia muovendo con una normalità che da diversi anni non gli apparteneva. Per prima cosa, la buona regolarità nella durata e nell'alternarsi dei vari episodi che definiscono questa stagione, cioè le nevicate, le calme anticicloniche, il vento da Nord, il freddo da Est, gli addolcimenti dal Mediterraneo.

Ma il fattore atmosferico che forse era un po' latitante negli ultimi inverni e che sembra ritornato, è il freddo. Non parlo qui dei numeri record che per qualche giorno può portare con sé, ad esempio, una irruzione fredda dalla Russia, ma di quella «quantità di freddo» complessiva che procura per diverse settimane il costante sottozero notturno, anche sulle zone di pianura. Oppure la regolarità delle massime diurne, che non arrivano a suscitare risposte anticipate da parte della Natura, come successo negli ultimi inverni.

Tutto questo significa, appunto, la «normalità stagionale» di questo inverno. Sarà proprio il freddo, il protagonista principale della seconda settimana di febbraio, con la confluenza sul Mediterraneo di aria fredda dai Balcani (già in atto), con una discesa artica da Nord, attesa per giovedì. Martedì 9 il cielo sarà grigio e freddo per tutta la giornata, con qualche possibile fiocchettino di nevischio da Sud, ma di neve al momento c'è solo l'odore.
 Roberto Regazzoni

m.sanfilippo

© riproduzione riservata