Venerdì 12 Febbraio 2010

Niente ticket per i lavoratori
in cassa integrazione o mobilità

I lavoratori in cassa integrazione straordinaria o in deroga, in mobilità o disoccupati (iscritti negli elenchi anagrafici dei centri per l'impiego) e i loro famigliari sono esentati dal pagamento del ticket anche per le prestazioni ambulatoriali; il provvedimento si aggiunge all'esenzione per la spesa farmaceutica, che già prevista. L'esenzione - come spiega un comunicato della Cisl - vale indipendentemente dal reddito e decorre a partire dal 1 gennaio e presumibilmente sino al 31 dicembre.

Per poter beneficiare dell'esenzione si dovrà certificare la condizione di cassa integrazione straordinaria, di mobilità o di disoccupazione recandosi presso gli uffici dell'Asl (il proprio distretto socio-sanitario) mediante l'apposito modulo giù previsto per l'esenzione dalla spesa farmaceutica.

Chi negli scorsi mesi avesse già certificata la propria condizione per l'esenzione dai tickets farmaceutici non deve fare nuova certificazione ma deve utilizzare quella già in suo possesso anche per le prestazioni specialistiche (ambulatoriali).

Nella fase transitoria (sino al 31 gennaio), in attesa di rilascio della certificazione dalla propria Asl si può ottenere l'esenzione (per prestazione ambulatoriale) direttamente presso la struttura sanitaria anche barrando sull'impegnativa del medico la lettera R e firmando nell'apposito spazio.

L'esenzione è valida sino a che ricorrono le condizioni previste. Ciò significa che, ad esempio, se termina la cassa integrazione straordinaria perchè si verificano condizioni positive per una normale ripresa del lavoro, oppure non si è più in mobilità o disoccupati perchè riassunti, cessa anche la relativa esenzione.

L'utilizzo dell'esenzione senza le condizioni predette - precisa la Cisl - si configura quale reato penale di falsa dichiarazione! Come già sottolineato la novità riguarda l'estensione dell'esenzione alle prestazioni specialistiche dei lavoratori in cassa integrazione STRAORDINARIA o IN DEROGA. Per i lavoratori in cassa ordinaria, ad oggi, non sono previste le medesime facilitazioni.

L'esenzione dalle spese mediche è maturata nell'ambito del confronto regionale sulle nuove regole del Servizio sanitario regionale, durante il quale - dice Pierangelo Mariani, della segreteria Ust - la Cisl ha proposto l'esenzione dai tickets anche per le prestazioni ambulatoriali. La Regione ha accolto tale proposta e ha dato le disposizioni alle Asl ed agli ospedali.

r.clemente

© riproduzione riservata