Giovedì 18 Febbraio 2010

67enne colpito da meningite
Nessun allarme per l'infezione

Un 67enne dell'Alto Sebino è stato colpito da una meningite batterica dalla quale si è comunque già ripreso. Lo scorso lunedì, dopo alcuni giorni di continuo malessere, l'uomo si era rivolto al Pronto soccorso dell'ospedale di Lovere dove gli era stata diagnosticata l'infezione. Per questo era stato trasferito all'Unità operativa di Malattie infettive degli Ospedali Riuniti di Bergamo, diretta da Fredy Suter, e sottoposto alle cure del caso.

Ora sta bene ed è fuori pericolo, anche se resterà in ospedale ancora qualche giorno, in osservazione.

Nulla a che vedere, dunque, con quanto avvenuto nei giorni scorsi all'ospedale di Cremona, dove - per una meningite fulminante - sono morti una donna e il figlio di ventenne.

Il caso della meningite batterica che ha colpito l'uomo dell'Alto Sebino rientra nella media statistica secondo cui, ogni anno in provincia di Bergamo, si registrano alcuni casi di questa malattia.

I sintomi classici della meningite sono febbre alta, mal di testa, rigidità alla nuca e alla schiena. Sulla pelle possono poi comparire delle piccole eruzioni cutanee.

a.ceresoli

© riproduzione riservata