Sabato 27 Febbraio 2010

Pochi nati in Val Brembana
le montagne si spopolano

Pochi figli. E l'alta Valle Brembana continua a spopolarsi. Lo dicono i dati demografici degli ultimi anni, in particolare quelli del 2009. Il bilancio è ancora negativo: al 31 dicembre scorso la popolazione dei venti comuni a Nord di Piazza Brembana era di 7.325 residenti, contro i 7.363 di un anno prima.

Una discesa lenta ma costante, visto che l'alta valle, nel 1961 contava 10.468 abitanti, scesi progressivamente agli 8.282 del 1981 e ai 7.716 del 1999. E lo scorso anno il trend non è cambiato.

Ma a spopolare i piccoli comuni non sembrano essere tanto le emigrazioni quando le poche nascite. Nel 2009, infatti, il bilancio tra chi se ne è andato e chi è arrivato ad abitare è sostanzialmente in parità (188 immigrati, ma con una incidenza minima di stranieri, e 185 emigrati); sono, invece, i lutti (88) a doppiare quasi le nascite (48).

Con Foppolo e Cassiglio, per esempio, che lo scorso anno non hanno fatto registrare alcuna nascita. Tra i comuni più in difficoltà dell'alta Valle anche Mezzoldo, unico paese dove lo scorso anno non si sono registrati immigrati. Unica eccezione tra i venti comuni, con andamento demografico controcorrente, resta Piazza Brembana, capoluogo dell'alta valle, dove si concentrano servizi pubblici e commerciali. Rispetto a dieci anni fa ha guadagnato 68 residenti.

Tutti i dettagli e i dati Comune per Comune su L'Eco di Bergamo del 27 febbraio

r.clemente

© riproduzione riservata