Lunedì 08 Marzo 2010

Meteo: ci aspetta una settimana
in compagnia dell'inverno

«L'uomo propone, Dio dispone», e l'aria fredda dall'Artico anche, e si aggiunge, in questo antico proverbio popolare, a quelle «forze» fuori dalla nostra gestione, che possono decidere di noi e del nostro tempo. Nel mio commento uscito sul giornale di ieri avevo lasciato spazio a qualche dubbio sulla neve in vista, come sempre si deve fare di fronte alle irruzioni di aria fredda da Est nella pianura padana. È andata come previsto sul Cuneese e su tutto il basso Piemonte, come pure sull'Appennino settentrionale, localmente con oltre 15 cm di neve.

A noi invece è capitata l'ipotesi minore, cioè un gran freddo e solo nuvole di passaggio, con diverse occhiate di sole, specie al mattino, che avranno fatto sorridere i bergamaschi e arrabbiare i gestori degli impianti di sci. Detto del relativo "infortunio", diciamo della situazione, che vedrà continuare anche nei prossimi giorni gli effetti poco prevedibili di questa fase, in tutto e per tutto invernale, con –13 °C a 2000 m e il sottozero notturno in pianura, mantenuti da un grande anticiclone che rimane sdraiato in orizzontale dietro le Alpi. Dopo qualche fiocchettino di nevischio stanotte, la giornata odierna dovrebbe aprirsi col sole e tenere, gelida, fino a sera, con nuove nubi verso notte e altro nevischio possibile, a seguire.
Roberto Regazzoni

Ci aspetta dunque una settimana all'insegna delle temperature gelide dell'inverno, in attesa che il 20 (quest'anno l'equinozio cade un giorno prima) porti finalmente la primavera. Ecco le previsioni fino a sabato.

Lunedì 8 marzo: in prevalenza soleggiato, salvo residui addensamenti mattutini su Prealpi lombarde e cuneese. In serata nubi in aumento Piemonte occidentale e fascia prealpina associate a deboli nevicate; nubi alte in aumento sulla Romagna. Venti fino a forti nord-orientali, mari molto mossi o agitati. Temperature massime stazionarie, comprese tra 4 e 8°C. Forti ed estese gelate al mattino.

Martedì 9 marzo: nubi sparse al mattino più compatte lungo le Prealpi. Dal pomeriggio tendenza ad aumento della nuvolosità a partire da Sud con prime nevicate su Romagna e Appennino emiliano; pioggia sulle coste. Tra la sera e la notte nevicate fino al piano in estensione a tutte le basse pianure, anche moderate sulla Romagna. Venti tesi nordorientali. Temperature in lieve calo, massime in pianura tra 3 e 7°C.

Mercoledì 10 marzo: coperto con nevicate fino al piano su Triveneto e pianure occidentali; pioggia o mista a neve sulle coste. Asciutto con parziali schiarite sulle Alpi, specie centro-occidentali. Dalla notte tendenza a un graduale indebolimento dei fenomeni a partire da Nord. Venti molto forti nordorientali. Temperature in diminuzione, massime tra 0 e 4°C.

Giovedì 11 marzo:
molte nubi con fenomeni residui al Nord-Est, ancora nevosi fin quasi al piano; qualche schiarita sui settori occidentali, in estensione notturna altrove. Temperature in aumento.

Venerdì 12 marzo: molte nubi con piovaschi sulla Liguria e in serata anche su Alpi e Prealpi; neve a quote di bassa montagna. Temperature in ulteriore lieve aumento.

Sabato 13 marzo: residue nevicate sul Triveneto a quote collinari. In giornata schiarite a partire da Ovest fino a cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi. Temperature stabili o in ulteriore lieve rialzo.

k.manenti

© riproduzione riservata