Martedì 30 Marzo 2010

I 16 sindaci del Sebino tutti uniti
per il rilancio turistico del lago

Si sono seduti tutti allo stesso tavolo i 16 sindaci che amministrano gli altrettanti comuni che si affacciano sul Sebino. L'occasione è stata il III incontro che i primi cittadini di Iseo, Riccardo Venchiarutti, di Sarnico, Franco Dometti, di Lovere, Giovanni Guizzetti, e di Pisogne, Oscar Panigada, hanno organizzato lunedì sera a Lovere.

Il contesto è stato quello del coordinamento dei Sindaci del lago d'Iseo, che - se in forma embrionale includeva i quattro comuni sopra citati - da ora include tutti i 16 paesi che si affacciano sul Sebino. Non più «G4», quindi, ma «G16»: Paratico, Iseo, Sultano, Sale Marasino, MonteIsola, Marone, Pisogne, Costa Volpino, Castro, Solto Collina, Riva di Solto, Parzanica, Tavernola Bergamasca, Predore, Sarnico e Lovere.

Tutto il lago, e i paesi che vi si affacciano, riunito attorno a una medesima scrivania con l'obiettivo di coordinare strategie e forme di promozione che favoriscano indistintamente i comuni sul Sebino. «L'adesione della totalità dei nostri colleghi ci ha entusiasmato - ha sottolineato il sindaco di Lovere, Giovanni Guizzetti -. Avevamo mandato l'invito a tutti i primi cittadini sperando nella partecipazione più allargata possibile e il nostro augurio si è materializzato».

«Per la prima volta ci siamo incontrati tutti insieme, per porre le basi di un progetto di coordinamento mai esistito fino ad ora sul Sebino. Il prossimo passo sarà quello di cercare di coinvolgere, oltre alle realtà amministrative, anche le due comunità montane di riferimento e le due province, Bergamo e Brescia, a cui il nostro lago appartiene».

«Il nostro gruppo di lavoro - ha aggiunto il sindaco di Iseo, Riccardo Venchiarutti - se così lo possiamo definire, è di tipo "volontaristico": lo spirito è quello di un'unione di intenti, senza un inquadramento formale o ufficiale, che detti possibili strade di collaborazione efficace per massimizzare le potenzialità turistiche dei nostri Comuni».

E sul tavolo del «G16» Sebino ci sono già due progetti ben precisi. Il primo, la realizzazione di un unico portale internet per il Lago d'Iseo: un sito nel quale trovare informazioni utili per i turisti relative a tutti i comuni che si affacciano sul Sebino. Un'occasione preziosa perché il turista conosca non solo una realtà, magari quella più grande e conosciuta come Sarnico o Iseo, ma l'insieme dei tanti paesi del lago. Il secondo, il coordinamento di tutti gli operatori turistici affinché ragionino attorno a un'offerta di incoming turistico comune.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata