Giovedì 01 Aprile 2010

Prezzi delle case in calo del 10%
Richieste in crescita per la Trucca

Prezzi degli immobili in calo in media dell'8-10% a Bergamo e provincia, mentre le transazioni presentano un segno meno del 15%. Questo il dato che emerge dall'Osservatorio Fiaip dei prezzi degli immobili di Bergamo e provincia 2010 , presentato nella sede della Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali (Fiaip) di via Milano 17/a.

L'Osservatorio Fiaip rappresenta un'analisi del mercato immobiliare locale, ottenuta attraverso una rilevazione dei prezzi del reale venduto. La città è stata suddivisa in 43 quartieri, mentre per la provincia sono stati rilevati tutti i 244 comuni della Bergamasca: i dati sono stati raccolti attraverso la rete informativa costituita dai 300 associati e successivamente rielaborati.

Proprio la crisi ha portato ad investire sugli immobili molti risparmiatori. In diminuzione i prezzi degli immobili, che registrano una contrazione media su base annua che va dall'8 al 10%, mentre le transazioni sono in calo del 15%, anche se i dati variano a seconda della zona: ad esempio gli immobili dei Comuni del quadrante Ovest (per la precisione quelli limitrofi al nuovo Ospedale) risultano essere molto richiesti dal mercato. Gli immobili del quartiere del Villaggio degli Sposi, Lallio, Treviolo, Curno e Mozzo riscontrano grande interesse per via della prossimità con il nuovo Ospedale. Resta molto ambita anche la zona a nord della città con i Comuni di Torre Boldone, Alzano, Ponteranica, Almé e anche Almenno; una flessione invece interessa la zona Sud della provincia, ovvero la Bassa.

Leggi di più su L'Eco in edicola venerdì 2 aprile

a.ceresoli

© riproduzione riservata