Sabato 03 Aprile 2010

Pontida, crolla il soffitto
un giovane ferito alla testa

Notte di paura giovedì notte in un'abitazione di Pontida, nella quale è crollato un pezzo di soffitto colpendo un ventinovenne che stava dormendo. Urtato dai calcinacci, il giovane è rimasto ferito. Medicato al Policlinico San Pietro, è stato poi dimesso con una prognosi di dieci giorni. Il locale dove si è verificato il crollo è stato dichiarato inagibile sino a quando verrà sistemato il soffitto.

Lo sfondellamento del soffitto si è verificato dopo le tre di giovedi notte e ha interessato quasi metà della cucina-salotto dell'abitazione della pensionata Maria Luisa Tintori, situata in via Sant'Alberto 85, poco distante dalla ex statale Briantea. L'altra notte in salotto, sistemato su un divano letto, dormiva il figlio della signora, Marco Torri, di 29 anni. È stato proprio lui, appena dopo le tre, a finire investito dai calcinacci che improvvisamente si sono staccati dal soffitto.

Il giovane si è svegliato di soprassalto e anche la mamma, che stava dormendo nella stanza da letto contigua alla cucina-salotto, si è svegliata a causa dei rumori e ha subito raggiunto la cucina. Realizzato quello che era accaduto, immediatamente madre e figlio hanno allertato il 118. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Zogno e della stazione di Cisano Bergamasco, che hanno poi chiesto l'intervento dei vigili del fuoco. L'abitazione è stata raggiunta da due macchine con due equipaggi dei pompieri che hanno messo in sicurezza il soffitto e hanno dichiarato inagibile il locale.

I calcinacci caduti hanno danneggiato il divano letto, un mobile e gli elettrodomestici. Il personale sanitario ha prestato le cure necessarie al giovane, che mostrava un taglio nella testa. Il ventinovenne è stato poi trasportato al Policlinico San Pietro, dove è stato medicato, sottoposto agli esami diagnostici e dimesso con una prognosi di dieci giorni.

a.ceresoli

© riproduzione riservata