Martedì 06 Aprile 2010

Informazioni telefoniche con spot
Le usa il 6% dei bergamaschi

Il 6% dei bergamaschi utilizza il telefono per chiedere informazioni. E' quanto emerge da un'analisi del centro studi di NeverAlone, il nuovo servizio internazionale di informazioni telefoniche gratuito, attivo da luglio 2009. Una semplice chiamata al numero verde permette di accedere, in tempo reale e senza costi, a tutte le notizie disponibili sulla rete.

La telefonata è gratuita grazie a brevi messaggi pubblicitari che l'utente ascolta prima di parlare con l'operatore. Sono oltre 1600 le telefonate che ogni giorno riceve il call center di NeverAlone - disponibile tutti i giorni dalle ore 7.00 alle ore 24.00 – con un incremento mensile costante del 25% da luglio a oggi.

In particolare, numerose e varie sono le richieste degli utenti bergamaschi, rappresentati nel 72% dei casi da uomini di età tra i 25 e i 44 anni. Il 35% tempo libero: dalla ricetta dei casoncelli bergamaschi, ai risultati delle partite dell'Atalanta, dai gol del centrocampista Cristiano Doni, agli spettacoli di Carmen Consoli al Teatro Creberg, dagli itinerari enogastronomici sulle Orobie, al programma dell'Adunata Nazionale degli Alpini.

Il 19% luoghi d'acquisto: negozi monomarca, shopping center, rivendite autorizzate, punti vendita di particolari prodotti merceologici. Il 19% chiede aggiornamenti finanziari: l'andamento dei titoli di borsa, cambio della valuta, prodotti e servizi di investimenti e notizie sui corsi di formazione. Il 17% chiede informazioni sui viaggi e prenota direttamente le proprie vacanze. Il 5% notizie e informazioni: condizioni meteorologiche quotidiane, situazione del traffico locale e autostradale, orari sugli scioperi dei mezzi pubblici, fatti di cronaca quotidiana.

«Abbiamo avuto un ottimo riscontro dai cittadini di Bergamo, che hanno accolto con molto entusiasmo la possibilità di accedere gratuitamente alle informazioni disponibili su Internet – afferma Paolo Orlandi, amministratore delegato di NeverAlone – Il messaggio pubblicitario, che si ascolta prima di parlare con l'operatore, dura meno di 30 secondi e non è invasivo, come riscontrato da una ricerca che il prof. Renato Mannheimer ha condotto per NeverAlone».

Infatti pur di non pagare la telefonata, il 57% degli italiani è disposto ad ascoltare brevi messaggi pubblicitari. Lo studio è stato realizzato intervistando telefonicamente un campione rappresentativo dell'intera popolazione italiana.

La ricerca ha, inoltre, evidenziato che Internet è la principale fonte di informazione utilizzata dal 58% della popolazione italiana per cercare notizie, curiosità, spiegazioni e approfondimenti con rapidità e sicurezza. Il 37% degli italiani ama rivolgersi a una persona di fiducia per reperire le informazioni di cui ha bisogno, mentre nel 31% dei casi si consultano le pagine gialle e bianche. Gli utilizzatori più costanti della Rete sono gli studenti (99%), i laureati (85%) e i giovani tra i 18 e i 24 anni (94%) seguiti nell'84% dei casi dalla fascia tra i 25 e i 34 anni.

k.manenti

© riproduzione riservata