Martedì 06 Aprile 2010

Due ottantenni truffati in città
Finto agente ruba denaro e gioielli

Ennesima truffa agli anziani in città. Questa volta a entrare in azione un finto operatore delle forze dell'ordine, che il giorno di Pasquetta ha convinto due ottantenni a farsi aprire la porta per controllare che non fossero stati commessi furti.

E' successo in un palazzo alla periferia della città. L'uomo ha avvicinato prima una donna di 83 anni nel cortile di casa, convincendola a farlo entrare nel suo appartamento. Una volta dentro, ha chiesto all'anziana di controllare in tutti i cassetti e gli armadi per verificare che gioielli e oggetti di valore fossero ancora al loro posto. 

Così, approfittando di un attimo di distrazione, il truffatore è riuscito a rubare alcuni monili in oro, poi ha salutato la signora e ha suonato alla porta di un vicino di casa, un pensionato di 87 anni. Anche in questo caso il truffatore ha convinto l'uomo a farlo entrare e a mostrargli il posto dove teneva i soldi.

L'anziano lo ha portato in camera da letto e anche qui il truffatore è riuscito a rubare 1.500 euro in contanti. Ha salutato ed è sparito. Solo più tardi i due ottantenni si sono accorti dei furti e hanno chiamato la polizia.

k.manenti

© riproduzione riservata