Mercoledì 07 Aprile 2010

«Palazzo del Podestà»,
si valorizzano i reperti archeologici

Si andranno a recupera e valorizzare i reperti archeologici del Palazzo del Podestà in Piazza Vecchia di Città Alta. Un intervento di restauro di 400.000 euro. E' quanto è emerso dopo la Giunta di Palazzo Frizzoni mercoledì pomeriggio. Lo stesso assessore ai lavori pubblici, Alessio Saltarelli, ha illustrato il progetto esecutivo finanziato per 280.000 euro dalla Regione Lombardia.

«Sono un po' di anni che si sta lavorando sul Palazzo del Podestà – ha precisato Saltarelli –. A tutt'oggi, in una decina di anni, si sono investiti quattro milioni e mezzo di euro nei diversi interventi. Ora siamo arrivati al terzo lotto che riguarda gli scavi archeologici del Palazzo. Al finanziamento del Pirellone abbiamo aggiunto 120.000 euro per recuperare la parte sottostante. E' chiaro che l'intervento non risolve interamente il problema del Palazzo del Podestà. E' stato recuperato il primo piano e il Campanone. In futuro occorrerà intervenire sul resto andando avanti per lotti. Manca il secondo piano e le uscite di sicurezza che danno sul vicolo Ghiacciaia. L'idea è di riuscire a completare il tutto man mano che riusciamo a reperire risorse».

Sulla tempistica per mettere la parola fine ai lavori nel Palazzo l'assessore Saltarelli non se la sente di quantificare. Resta sul vago. «Qui parliamo di anni anche perché in contemporanea stiamo portando avanti il complesso di Sant'Agostino. Il tutto inserito in una situazione che non ci permette di navigare nell'oro».

a.ceresoli

© riproduzione riservata