Martedì 20 Aprile 2010

Artistico, studenti in corteo:
«I nuovi orari ci penalizzano»

Circa 300 studenti del liceo artistico «Giacomo e Pio Manzù» di Bergamo hanno manifestato questa mattina in corteo dall'istituto fin davanti alla sede de «L'Eco di Bergamo» per protestare contro il cambio di presidenza dell'istituto e le decisioni assunte dal reggente Cesare Quarenghi. In particolare, gli studenti dell'Artistico (alla manifestazione sono intervenuti anche gli studenti del liceo di Lovere) non condividono la posizione del prof. Quarenghi che ha un incarico dal 1° febbraio al 30 agosto, relativa al cambiamento gestionale degli orari dei docenti.

«Quanto introdotto dal prof. Quarenghi - dicono - si ripercuote anche sugli studenti: non è solo un cambio di orari dei docenti, perchè con le nuove modalità non potremo più usufruire dell'orario di recupero pomeridiano e del servizio della biblioteca».

Gli studenti - disponibili ad un confronto aperto con docenti e preside - si dicono anche preoccupati per l'introduzione delle ore da 60' (ora sono da 50') che scatterà il prossimo anno scolastico 2010/2011: «La qualità dello studio sarà penalizzata, non è possibile rimanere concentrati anche per 7 ore di seguito e uscire da scuola alle 15,30. Ci sono studenti che impiegano anche una o due ore per tornare a casa».

e.roncalli

© riproduzione riservata