Razzia «a metà» nei garage
Ladri messi in fuga dal derubato

Razzia «a metà» nei garage Ladri messi in fuga dal derubato
È un vero e proprio raid quello compiuto l'altra notte in via Serassi a Zanica, nei garage appartenenti ad un complesso di appartamenti in villetta. Un colpo che ha fruttato ai malviventi una moto di grossa cilindrata, una bicicletta da donna, due ruote di ricambio per bici da corsa professionali del valore di 800 euro l'una, due paia di tute e caschi da moto, e due paia di sci.

Ma il bottino avrebbe potuto essere ancora più consistente, se i ladri non fossero stati scoperti e messi in fuga da uno dei proprietari che, svegliato dai rumori, è sceso per vedere cosa stesse succedendo.

Il fatto è accaduto attorno alle 3 e mezza, quando la banda ha deciso di entrare in azione, scendendo nei box interrati del complesso residenziale a bordo di un furgone giallo, dopo avere scassinato uno dei cancelli automatici e tranciato i cavi della corrente. Una volta arrivati sotto, hanno comunicato a passare in rassegna tutti e 16 i garage per scegliere quelli più «appetibili». Alla fine ne hanno scelti tre e, con delle grosse cesoie, hanno tagliato la lamiera all'altezza delle maniglie, creando così un buco che ha permesso loro di aprire le saracinesche dall'interno.

L'ultimo garage è stato quello della famiglia di F. F., che già tre volte negli ultimi anni è stata presa di mira, e dove i malviventi sono riusciti a rubare una bicicletta da donna nuova e, soprattutto, due costose ruote da ricambio appartenenti a due bici da corsa al carbonio; queste ultime, però, si sono salvate perché non erano ricoverate nel garage. Ed è stato proprio il figlio del proprietario ad accorgersi del raid e a mettere in fuga i malviventi prima che continuassero il raid.

Leggi di più su L'Eco in edicola 30 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA