Lunedì 10 Maggio 2010

Nube del vulcano e guai tecnici
Volo per Sharm parte dopo 27 ore

È partito da Orio al Serio alle 13,14 di lunedì 10 maggio il gruppo che aveva prenotato un viaggio a Sharm El Sheikh con la Phone&Go e sarebbe dovuto decollare domenica 9 alle 9,10 con un volo della Air Memphis. Il blocco causato dalla nube del vulcano islandese e problemi tecnici dell'aeromobile della compagnia hanno determinato un'attesa di oltre 24 ore, tra continui rinvii.

Il volo è stato spostato alle 20,15 di domenica, rinviato successivamente alle 2,15 di notte, sempre a causa delle polveri del vulcano e infine spostato alle 11,15 di stamattina per problemi tecnici dell'aeromobile. Alla fine è stato utilizzato un volo della Meridiana Fly, previsto alle 12,30 e decollato appunto alle 13,14 con scalo a Roma.

Il gruppo era formato da 62 persone, diverse bergamasche, che sono diventate 39 perché 23 hanno rinunciato al viaggio in Egitto (6 ci hanno ripensato e forse partiranno in serata). La Phone&Go ha comunque garantito il rimborso di 80 euro per il ritardo dell'aereo, di 30 euro per la notte persa e, a chi ha deciso di non partire, il rimborso totale del viaggio.

Per i 39 superstiti (c'era anche qualcuno proveniente dalla Svizzera) non è stata comunque una notte insonne in aeroporto perché il tour operator ha pagato la cena e il pernottamento in un hotel di Grassobbio. Il volo della Air Memphis era gestito da Ags.



m.sanfilippo

© riproduzione riservata