Lunedì 14 Giugno 2010

Falsi operai spacciavano cocaina
Sette arrestati a Castelli Calepio

Sei cittadini albanesi e un macedone sono finiti in carcere perché sorpresi in flagranza di reato, a Castelli Calepio, mentre concludevano un affare di droga per un valore di 200 mila euro. Sono stati scoperti dopo una lunga indagine del Gico della Guardia di Finanza di Trieste che si è avvalsa della collaborazione dei colleghi di Bergamo e Milano.

In pratica, i malviventi fingevano di essere operai per spacciare cocaina più facilmente in varie regioni del Nord Italia. I sette arrestati avevano come base operativa Vittorio Veneto (in provincia di Treviso), ma si spostavano sempre e consegnavano la sostanza stupefacente in un luogo diverso da quello dove avveniva il pagamento per depistare gli inquirenti.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata