Venerdì 18 Giugno 2010

Effetto Gelmini sulla maturità bg
I non ammessi crescono del 40%

Immaginate di entrare in 18 scuole superiori della città: considerate, per ognuna, di avere il numero esatto dei candidati di quinta superiore e i non ammessi all'esame per ogni singola classe. Tirate le somme (il numero totale d'iscritti alla quinta e i relativi respinti prima dell'esame ndr), ecco il confronto con la stessa indagine realizzata da «L'Eco», l'anno scorso.

Un confronto – tra i 18 istituti, a 12 mesi di distanza – che racconta di un impercettibile incremento degli iscritti all'ultimo anno (da 2.893 a 2.923 praticamente una sola classe di 30 studenti da aggiungere ndr) a fronte di un incremento piuttosto deciso di non ammessi: ben 36 in più (da 94 del 2009 a 130 del 2010), pari a un +40% di respinti.

Analizzando i dati delle ammissioni agli esami di Maturità, l'«effetto Gelmini» alla fine si è fatto sentire: per accedere agli esami di maturità, infatti, da quest'anno ci voleva almeno la sufficienza in tutte le materie. Cosa di non poco conto se si considera che un anno fa bastava la media del 6 (anche con un paio di quattro in pagella, ndr). Molti dirigenti scolastici bergamaschi hanno comunque assicurato che la regola non è stata applicata in modo rigido e a decidere collegialmente sono stati, in ultima istanza, i consigli di classe.

Nella giornata di ieri, intanto, sono apparsi anche i primissimi tabelloni con i risultati degli studenti che frequentano le classi dei primi quattro anni: partiamo dal Belotti dove le sospensioni totali raggiungono il 30% mentre le bocciature l'11%. I dati sono perfettamente in linea con quelli dell'anno scorso anche nelle singole annate. Diversa la situazione al liceo Artistico di via Tasso. A livello globale, su 826 alunni (di prima, seconda, terza, e quarta) ben 107 (pari al 12,9%) dovranno ripetere l'anno mentre 269 (pari al 32,5%) sono «giudizi sospesi» e dovranno giocarsi la promozione a settembre recuperando in estate.

Leggi la situazione scuola per scuola su «L'Eco» di edicola venerdì 18 giugno

a.ceresoli

© riproduzione riservata