Venerdì 02 Luglio 2010

Vandalismi e danni sui treni:
ogni anno si spendono 3 milioni

Tre milioni di euro all'anno: è il costo sostenuto dalle due aziende ferroviarie lombarde, Nord e Trenitalia, per riparare le carrozze che subiscono atti di vandalismo e danneggiate. Soldi dei cittadini, che con la tasse si trovano a pagare anche questo conto. Ci sono tanti scali in tutta la Lombardia dove i treni passano la notte e sono nel mirino degli atti di vandalismo: tra questi anche le stazioni di Bergamo e di Treviglio.

A Treviglio dallo scorso dicembre sostano di notte alcuni nuovi treni: per la sorveglianza di scali e di stazioni, sia delle Fs che delle Ferrovie Nord , la Prefettura di Milano ha attivato un tavolo per la sicurezza che prevede l'utilizzo anche dei militari insieme alla Polfer, nelle operazioni di controllo e di sorveglianza.

I numeri parlano di 10 militari a Bergamo, altrettanti a Brescia e 50 a Milano per citare alcune delle località più significative, per prevenire e contrastare il vandalismo. Il conto del vandalismo sui treni delle Nord e di Trenitalia è salato se si pensa che i 3 milioni di euro all'anno sono spesi per riparare le vetture, dentro e fuori, e con la media di un treno al giorno danneggiato e inutilizzabile.

Con tre milioni di euro, ha detto l'assessore regionale alla Mobilità e alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo, si potrebbe comprare un treno di ultima generazione. Ci sarebbero 10 nuovi treni nella flotta regionale se si fa il conto dei costi delle riparazioni degli ultimi dieci anni di vandalismo.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 2 luglio

r.clemente

© riproduzione riservata