Martedì 13 Luglio 2010

Attenti alle vendite porta a porta
Circolano anche falsi avvisi dell'Asl

Venditori d'assalto in azione a Bergamo, in particolare nel quartiere di Longuelo: si presentano a casa mandati - dicono - da una grande azienda distributrice d'energia. La segnalazione arriva da Federconsumatori che ha raccolto le lamentele di molti cittadini. «I furfanti - scrive l'associazione dei consumatori della Cgil - sono sempre in azione: durante i periodi in cui i condomini si svuotano per ferie, lo sono ancora di più. Vittime preferite sono le persone sole e anziane».

Federconsumatori, forze dell'ordine e  tutti coloro che  hanno a cuore la  sicurezza di persone sole e anziane, invitano nuovamente a fare attenzione agli estranei e a non farli entrare in casa propria.

Per  prevenire il rischio che persone deboli possano essere raggirate,  Federconsumatori Bergamo segnala che il comportamento aggressivo di alcune aziende che offrono servizi, in particolare gas ed energia elettrica, rischia di vanificare  gli sforzi di chi lotta contro truffe e raggiri. 

«Le aziende serie - scrive l'associazione - non entrano in casa dei cittadini  a chiedere di mostrare bollette custodite fra i documenti familiari, per fare cambiare contratto con il miraggio del  facile risparmio.

Le aziende serie rispettano i loro clienti mettendoli in condizione di leggere con attenzione i contratti perché, quando le proposte non sono di facile lettura, i consumatori possano anche farsi consigliare da chi è in grado di farlo».

Mettere degli avvisi nei condomini per avvisare che ci sarà la visita dei propri venditori - aggiunge Federconsumatori - non è garanzia di sicurezza: addirittura può essere  pericoloso. Se a volte è la ditta conosciuta che vende energia, o contratti televisivi, a inviare propri rappresentanti, altre volte sono malintenzionati che, per essere accolti,  si fanno precedere da accattivanti cartelli.

«Per la nostra sicurezza diffidiamo di chi non rispetta i diritti dei consumatori e rifiutiamoci di aprire la nostra casa a degli sconosciuti. Ricordiamo inoltre - conclude Federconsumatori - che i contratti sottoscritti fuori dai locali commerciali possono essere disdetti secondo le procedure previste  dal codice del consumatore (diritto di recesso)».

r.clemente

© riproduzione riservata