Venerdì 16 Luglio 2010

Fare attività sportiva con il caldo, i consigli utili

Lo sport praticato con il caldo può creare problemi, questo si sa, e quindi è sempre meglio prendere le dovute pracauzioni e seguire qualche consiglio. In particolare l'atleta che pratica attività fisica a livello amatoriale dovrebbe scegliere di fare sport nelle ore meno calde della giornata o alla mattina presto o di sera. Per l'atleta agonista che non può invece rinunciare all'allenamento giornaliero, è invece meglio seguire delle regole e tenere innanzitutto in considerazione i fattori che possono provocare l'accumulo di calore durante l'allenamento o la competizione: l'ora del giorno, la durata dell'attività sportiva, le condizioni del luogo dove si pratica e l'adeguatezza di abbigliamento e alimentazione.

L'abbigliamento, quindi, riveste un'importanza fondamentale perché interferisce in misura determinante su tutti questi fenomeni. Quando per esempio si corre all'aperto in condizioni di caldo eccessivo, è necessario utilizzare abbigliamento traspirante per mantenere l'equilibrio termico, rispondendo così alle necessità di eliminazione del sudore, di mantenimento di un adeguato microclima corporeo, di protezione dagli agenti atmosferici. È poi molto importante ripararsi il capo, in particolare nella stagione più calda: la combinazione del surriscaldamento corporeo e dell'esposizione al sole può essere estremamente pericolosa e non è difficile subire un colpo di sole o di calore.

Capitolo importantissimo riguarda l'alimentazione e l'idratazione. Ecco qualche consiglio
- Non assumere pasti consistenti prima di 3-4 ore dall'attività. La completa digestione degli alimenti avviene entro le 5-8 ore successive al pasto. Dopo un'attività impegnativa è consigliabile che passino almeno 2-3 ore prima di assumere un pasto regolare, perché i processi digestivi sottraggono sangue ai muscoli;
- E' necessario dunque non consumare pasti consistenti prima di fare attività fisica, ma è importante comunque assumere una giusta quantità di zuccheri, necessaria per attivare il metabolismo muscolare e per fornire il «carburante» per il movimento. Va bene, ad esempio, bere un succo di frutta o mangiare un frutto o un pacchetto di crackers mezz'ora prima di partire.
- Un'adeguata idratazione è importantissima, soprattutto quando il clima è più caldo o quando si perde molto sudore muovendosi. L'idratante migliore è l'acqua pura che va bevuta prima, durante e dopo l'attività, a temperatura non fredda, a piccoli sorsi. Solo in caso di sudorazione molto abbondante può avere senso utilizzare, durante e dopo l'attività, qualche integratore salino, in concentrazione isotonica, come le bevande per lo sport che si trovano già pronte in commercio.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata