Sabato 17 Luglio 2010

Un po' di pioggia antidoto all'afa
Domenica calda ma vivibile

La pioggia è arrivata - in città è durata poco - e ora bisognerà vedere come la situazione meteo si evolverà. Quello che è certo è che ha dato un aiuto per sconfiggere almeno un po' l'afa imperante di questi ultimi giorni. La perturbazione temporalesca, che proprio dal pomeriggio di sabato 17 luglio ha abbordato dalla Francia il Nord Italia, ha così rallentato la calura, complice un temporaneo cedimento dell'anticiclone europeo proprio sul Nord Europa.

Quella di domenica dovrebbe essere una splendida giornata estiva, limpida e soleggiata, con una ventilazione secca di favonio che raggiungerà anche la pianura, rimuovendo tutta l'umidità e l'afa delle ultime due settimane. Farà sempre caldo, sui +30 °C, ma senza afa e umidità.

L'anticiclone proseguirà poi col suo caldo anche nella prossima settimana, ma dovrebbe almeno ridursi quella componente «nordafricana» che ha fatto schizzare lo zero termico quasi alla quota del Monte Bianco, e compresso l'umidità e l'afa nei bassi strati. Dovrebbero rimanerci in eredità alcuni gradi in meno, sui +30-32 °C, ma dovrebbe trattarsi di un altro tipo di caldo, più sopportabile e che lascia dormire di notte.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata