Sabato 17 Luglio 2010

Armato di pistola rapina tabaccheria
Momenti di paura a Casirate

È entrato nella tabaccheria e, con la pistola in pugno, ha minacciato i titolari per impossessarsi dei soldi custoditi in cassa. Momenti di paura a Casirate dove alla tabaccheria «Sala» di via Grossi 4, intorno alle 18.20 di sabato 17 luglio, un bandito ha messo sotto tiro tre persone.
Tutto è accaduto in pochi minuti: il bandito, vestito con abiti scuri e con il volto coperto da una calza di nylon, si è presentato all'interno dell'esercizio commerciale con in mano una pistola. In quel momento nella tabaccheria c'erano i titolari - padre e figlio rispettivamente di 74 e 34 anni - e un cliente. Il rapinatore ha minacciato i due proprietari per farsi consegnare il denaro: il 34enne, cercando di tranquillizzare il malvivente, gli ha subito dato un centinaio di euro.

Il rapinatore è poi scappato a bordo di una Jguar che si trovava fuori dal negozio e dirigendosi verso Rivolta d'Adda. Sul posto i carabinieri di Treviglio che hanno immediatamente avviato le ricerche. L'auto è stata ritrovata poco dopo non distante da Casirate. Si tratterebbe della stessa Jaguar portata via a una coppia di Crema a Crema pochi giorni fa. Nella notte tra giovedì 15 e venerdì 16 luglio, infatti, una coppia di giovani fidanzati si era appartata in una strada laterale di via Ricengo a Crema quando era stata aggredita da quattro banditi armati di pistola, giunti sul posto con una Opel Zafira risultata rubata proprio a Bergamo: i banditi avevano sfondato il vetro e poi erano fuggiti con la Jaguar, i soldi, i documenti e gli abiti dei due.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata