Domenica 18 Luglio 2010

Rischiano di annegare nell'Adda
Domenica di fuoco per i soccorsi

Tanti malori in acqua in questa domenica di caldo. Situazioni di pericolo che si sono fortunatamente risolte tutte positivamente grazie a tempestivi soccorsi. Alle 16 a Rivolta d'Adda una ragazza stava facendo il bagno nel fiume, nella zona del parco Bisarca, quando si è sentita poco bene. Un bagnante, che ha notato l'affanno della giovane, è intervenuto e l'ha accompagnata a riva. Qui è stata visitata da una squadra medica del 118 arrivata nella zona insieme ai sommozzatori volontari di Treviglio. Questi ultimi, proprio in quel frangente, hanno però notato un altro bagnante in difficoltà: sull'altra sponda del fiume un ragazzo non riusciva infatti a raggiungere la riva e quindi i sommozzatori lo hanno raggiunto con il gommone e trasportato dai medici che lo hanno visitato. Entrambi i bagnanti sono risultati in buone condizioni.

Altro intervento a Fara d'Adda: qui è nota la pericolosità del fiume e proprio per questo motivo è presente un servizio di monitoraggio e soccorso da parte dei sommozzatori volontari di Treviglio. Che nel pomeriggio sono intervenuti per aiutare un 55enne in affanno mentre stava facendo il bagno. L'uomo è stato raggiunto con il gommone e trasportato a riva: ora sta bene.

Pericolo scampato anche a Cornate d'Adda dove una ragazza di origine straniera di 20 anni si è sentita male mentre stava facendo il bagno nelle vicinanze della diga Esterle. La ragazza, intorno alle 18, aveva difficoltà a nuotare e a raggiungere la riva e un giovane, avvertendo il pericolo, si è buttato in acqua, l'ha raggiunta e trascinata sulla sponda del fiume. Sul posto sono anche intervenuti i sommozzatori volontari di Treviglio, un'ambulanza del 118 e l'elisoccorso che l'ha trasportata ai Riuniti di Bergamo. Le sue condizioni non destano preoccupazione.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata