Lunedì 19 Luglio 2010

Multa salata a donna di Lovere
Operaie irregolari nel capannone

Nell'ambito della lotta e del contrasto al lavoro nero e irregolare, la Guardia di Finanza di Pisogne ha individuato sabato mattina a Piancamuno un capannone all'interno del quale lavoravano 25 ragazze, di cui una ucraina e tutte le altre rumene. Queste donne, con un'età compresa fra i 21 e i 35 anni, svolgenvano piccoli lavori di cablaggio di materiali elettrici.

Ben 18 sono risultate irregolari, perché avevano un contratto parti time ma lavoravano fino a dieci ore al giorno compreso il sabato, e sette completamente in nero. Il capannone utilizzato è risultato preso in affitto dalla titolare della ditta, una signora di 37 anni di Lovere, con un socio di 52 anni di Pisogne.

I finanzieri della Tenenza di Pisogne, guidati dal luogotenente Antonio Menteleone, hanno quindi avvisato la direzione provinciale dell'ispettorato lavoro e notificato alla titolare dell'azienda la sospensione dell'attività lavorativa. Prima di riprendere l'attività, l'imprenditrice loverese dovrà pagare una multa salata e regolarizzare le sue operaie.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata