Giovedì 22 Luglio 2010

In-Oltre: desiderio di libertà
Gruppi di giovani in vacanza

Sono giorni di grande fermento quelli che stanno vivendo i ragazzi che hanno aderito al progetto «Desiderio di Libertà», nuova tappa del gemellaggio siglato nel novembre 2009 dalle associazioni In-Oltre di Bergamo e Fai Sport di Udine grazie all'intervento del Prefetto Camillo Andreana.

«Desiderio di Libertà» è promosso da In-Oltre con diverse realtà locali, tra cui la Fondazione Cariplo e l'Associazione Clematis, e finanziato tra l'altro dalla generosità dei molti bergamaschi che hanno partecipato alla serata di solidarietà svoltasi lo scorso 29 aprile.

Per il primo dei cinque gruppi di giovani, disabili e non, che hanno deciso di regalare alla propria estate un'esperienza unica e al proprio futuro un'importante occasione di crescita, è ormai imminente la partenza per Lignano Sabbiadoro dove saranno ospitati al Villaggio Ge.Tur, struttura a valenza sportiva con soluzioni architettoniche e organizzative fortemente orientate all'inclusione delle diverse abilità.

Una quarantina di ragazzi dall'età compresa tra i 17 e i 25 anni condivideranno una settimana di vacanza all'insegna dello sport, del divertimento e dell'animazione artistica. «Gli ultimi anni di frequenza di contesti scolastici e formativi possono risultare problematici sia per i ragazzi disabili che per quelli normodotati - spiega Sergio Mazzoleni, presidente di In-Oltre Onlus -. Per i primi il momento di uscita dai percorsi scolastici comporta il rischio di una maggiore solitudine e di una maggiore difficoltà a costruire e sviluppare rapporti con i propri pari. Ma anche per i cosiddetti normodotati è oggi sempre più difficile trovare occasioni di relazioni positive e di qualità in grado di valorizzare e arricchire il proprio tempo libero. Entrambi sono accomunati da un crescente desiderio di libertà, di affrancarsi dalla dipendenza familiare e di instaurare un rapporto sempre più intenso con i coetanei».

A partire dalla consapevolezza di queste problematiche e sulla base della positiva esperienza già vissuta lo scorso anno, In-Oltre ha deciso di rinnovare la proposta anche questa estate, introducendo importanti novità quali l'allargamento della proposta a tutti gli Ambiti provinciali, l'ampliamento del numero di fruitori (passati da quaranta a centoventi) e l'inserimento di ragazzi con disabilità grave.

Il cuore del progetto però rimane lo stesso e permette di far sperimentare ad adolescenti e giovani disabili la possibilità di trascorrere un periodo lontano dalle famiglie, inserendo contemporaneamente i ragazzi normodotati in contesti nei quali vivono un tempo libero «di qualità» fondato sulla costruzione di nuove reti di relazione e sull'inclusione delle diverse abilità.

«È un progetto che trova la propria chiave di volta nella compresenza di ragazzi disabili e non, dove i secondi devono confrontarsi con i primi in una logica di rispetto delle differenze e di disponibilità all'aiuto - prosegue Angela Prisco, referente Asl dell'Associazione In-Oltre -. L'esperienza di quest'anno sarà resa ancor più interessante dalla partecipazione degli Ambiti territoriali della provincia di Bergamo, che hanno aderito con entusiasmo all'iniziativa».

«Il viaggio - ha sottolineato Antonio Valenti, vicepresidente di In-Oltre - è un'importante esperienza alternativa in cui scoprire e valorizzare nel rapporto con gli altri e con se stessi la compresenza di potenzialità e di limiti che caratterizza ognuno di noi».

Due sono i gruppi che partiranno per Lignano Sabbiadoro tra la fine di luglio e l'inizio di agosto. Dovranno invece aspettare ottobre i due gruppi che sperimenteranno una crociera con Msc Crociere negli angoli più belli del Mediterraneo, mentre il terzo salperà alla volta della Corsica a bordo di Nave Italia, il più grosso brigantino a vela del mondo, trasformato dall'Associazione «Tender to Nave Italia» in un mezzo per promuovere il mare e la navigazione come strumenti di educazione, formazione, terapia e divertimento.

L'esperienza diverrà oggetto di confronto e approfondimento il prossimo 13 ottobre all'Auditorium di Piazza della Libertà nell'ambito di BergamoScienza. Le quote di partecipazione alla vacanza, i cui posti sono andati immediatamenti esauriti, ammontano a 450 euro per le famiglie di ragazzi disabili mentre per i volontari le quote ammontano a 100 euro la settimana per la vacanza a Lignano e 150 euro per la vacanza in brigantino o crociera.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata