Domenica 01 Agosto 2010

L'amico: «Nuotavamo insieme
poi Giuseppe è finito sott'acqua»

Non riesce a trattenere la commozione e le lacrime Claudio Zizzi, di Suisio, che per primo ha soccorso l'amico Giuseppe Bertuetti, 48 anni, falegname di Suisio che nel primo pomeriggio di venerdi è stato colpito da un malore ed è morto sulla spiaggia di Cala di Luna, in Sardegna.

Sull'isola i Bertuetti, insieme alle famiglie Zizzi e Zigrino, stavano trascorrendo un periodo di vacanza. «Eravamo in acqua, stavamo raggiungendo a nuoto la riva. Improvvisamente ho notato che il viso di Giuseppe era finito sotto acqua. Per un attimo abbiamo pensato a uno scherzo, poi, visto che non dava segni di vita, siamo riusciti a trasportarlo a sulla spiaggia e abbiamo allertato i soccorsi. Due giovani e una donna, un'infermiera, che erano sulla spiaggia, sono intervenuti subito con massaggi cardiaci e respirazione bocca a bocca. A un tratto Giuseppe ha fatto due respiri, ma poi si è lasciato andare».

Per lui non c'è stato nulla da fare: i medici del 118 non sono riusciti a farlo riprendere, nonostante l'uso del defibrillatore, e non hanno potuto che constatarne il decesso. Alla tragedia hanno assistito la moglie Claudia e altri amici. «Per fortuna i figli di Giuseppe, Elisa ed Edoardo, non erano sulla spiaggia perche impegnati in attività ludiche - aggiunge Zizzi -. Ho perso un amico e un valido collaboratore per la mia associazione “Viaggiamo per un sorriso”: lui durante la festa si metteva in cucina e amava preparare il fritto misto».

Sabato sera il feretro, accompagnato dalla famiglia e dagli amici di Bertuetti, è partito dal porto di Olbia diretto a Genova, dove arriverà questa mattina. Dopo il trasporto a Suisio, la salma sarà portata nella casa paterna di papà Pietro e mamma Maria, in via Martin Luther King. Lunedì mattina alle 10, nella chiesa di Suisio, il parroco don Walter Colleoni celebrarà il rito funebre. Bertuetti, originario di Capriate San Gervasio, si era stabilito da tempo a Suisio, in via J. F. Kennedy. Era molto conosciuto per la sua attività di falegname nell'azienda di famiglia, la «Adda», che si trova a Suisio, sulla provinciale Rivierasca. Leggi di più su l'Eco di domenica 1° agosto.


m.sanfilippo

© riproduzione riservata