Domenica 01 Agosto 2010

Cede una vecchia fognatura:
chiuso viale Vittorio Emanuele

Una «voragine» s'è aperta nel primo pomeriggio di domenica, 1° agosto, lungo il viale Vittorio Emanuele di Bergamo. Sul posto, appena è stato dato l'allarme, sono accorse le pattuglie della polizia locale: gli agenti hanno verificato la situazione e sono stati costretti a chiudere la strada in entrambi i sensi di marcia.

Secondo gli accertamenti, a causare il problema - all'altezza dell'incrocio con via San Benedetto, di fronte alla sede dell'Inps - sarebbe stato un cedimento di uno dei bordi dello scavo per la posa delle tubature del teleriscaldamento, che erano stati coperti con pesanti lastre di metallo per consentire il transito dei veicoli. Sotto le lastre si trovava un manufatto, probabilmente una vecchia fognatura in disuso, che ha ceduto.

La chiusura della strada ha causato problemi alla circolazione visto che - complice la chiusura per lavori della galleria Conca d'Oro - viale Vittorio Emanuele è di fatto l'unica arteria importante per l'accesso a Città Alta. Alcuni pullman dell'Atb sono rimasti temporaneamente «intrappolati» dal lato verso Città Alta.

Per consentire il deflusso verso Bergamo Bassa il traffico è stato deviato lungo via Zelasco e via Locatelli. I bus diretti verso Città Alta hanno percorso invece via Petrarca e tutta via Locatelli, fino all'altezza della funicolare.

Nel punto in cui s'è registrato il cedimento, lo scavo è largo circa 3 metri e profondo dai 4 ai 5 metri: i lavori, per conto di A2A, erano iniziati sabato. La polizia locale ha chiesto l'immediato intervento della ditta incaricata: il ripristino è iniziato nel primo pomeriggio di domenica e dovrebbe essere completato rapidamente, in modo da permettere la riapertura della strada almeno in un senso.

r.clemente

© riproduzione riservata