Mercoledì 11 Agosto 2010

Lavori alla galleria Conca d'Oro
Niente cemento mangia smog

Il progetto non garantisce un'illuminazione sufficiente ad attivare gli agenti chimici per neutralizzare gli inquinanti: questo il motivo per cui l'Italcementi ha ritirato la propria disponibilità a fornire una soluzione appositamente studiata e basata sul cemento TX-Active, il cosiddetto cemento mangia-smog, previsto per la sistemazione della galleria Conca d'oro in corso in questi mesi.

Questo tipo di materiale è già stato utilizzato con successo in diverse parti del mondo, compresa la galleria sotto il Quirinale a Roma. Il cemento TX-Active, sottolinea Carlo Carrara, esperto di illuminotecnica, «se viene applicato all'esterno non presenta alcun problema nell'attivare la proprietà fotocatalitica capace di abbattere gli inquinanti: il processo di attivazione avviene, infatti, in modo naturale sotto l'azione dei raggi ultravioletti presenti nella luce solare. Ma se questo cemento viene utilizzato in galleria i raggi ultravioletti devono essere prodotti artificialmente».

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo dell'11 agosto

t.mirabile

© riproduzione riservata