Mercoledì 11 Agosto 2010

Caserma di Costa Volpino
Dopo due anni riparte il cantiere

Potrebbero ricominciare a settembre i lavori per costruire la nuova caserma dei carabinieri a Costa Volpino: la notizia arriva direttamente dal municipio del comune più popoloso dell'Alto Sebino e trova conferma anche a Clusone, dove ha sede la compagnia dell'Arma da cui dipendono i militari di stanza a Costa Volpino. Per la caserma si tratterebbe di un nuovo inizio: i lavori infatti erano già partiti una volta, all'inizio del 2008, ma si erano subito arenati e da due anni l'area in cui dovrà sorgere la caserma è in stato di abbandono.

«In questi giorni – annuncia Gianpietro Martinelli, vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici di Costa Volpino – si sono incontrati i tecnici della ditta che dovrà costruire la caserma con i progettisti del nuovo ipermercato che una impresa sta realizzando a fianco di via Nazionale: dovevano pianificare una serie di scavi per posare i tubi dell'acquedotto e del gas metano. Il fatto che le due imprese edili si siano incontrate rivela che per la caserma tutto è pronto per la ripresa dei lavori». A indicare che la data del nuovo inizio per l'intervento della caserma potrebbe essere in settembre è la compagnia di Clusone: qui risulta infatti che il comando regionale dell'Arma ha individuato la ditta che costruirà la caserma subentrando all'impresa che due anni fa aveva gettato le fondamenta e poi non era più stata in grado di proseguire i lavori. Si era parlato anche di uno sbaglio progettuale, con la caserma girata verso la campagna e non verso il centro abitato, ma di questa voce non è stato possibile avere nessuna conferma né smentita».

Intanto proseguono i lavori per costruire il centro commerciale accanto alla caserma. Le strutture in cemento armato prefabbricate sono state installate e anche in questi giorni alcuni operai sono al lavoro. La struttura accoglierà al suo interno un supermercato attualmente situato sotto i portici di Costa Volpino. La convenzione che era stata firmata con il Comune per il piano di lottizzazione che aveva dato il via alla edificazione dell'ipermercato prevedeva anche altri due interventi di interesse pubblico. È già stata allargata via Nazionale all'imbocco dell'incrocio che porterà i clienti al centro commerciale: lungo l'ex statale 42 verrà segnalata una terza corsia per consentire la svolta a sinistra. Inoltre all'interno del complesso commerciale una stanza sarà di proprietà del Comune che pensa di inserirvi uno sportello di ascolto e consulenza per i cittadini.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata