Mercoledì 18 Agosto 2010

Ancora un furto di angioletti
Incursione nella chiesa di Caprino

Nella chiesa parrocchiale di Caprino Bergamasco nei giorni scorsi sono stati rubati 7 angioletti, in legno dorato nel primo ‘900, di scuola bergamasca, censiti nel catalogo della Curia vescovile di Bergamo. Del furto si sono accorti l'altro giorno le persone che operano nella chiesa e aiutano il parroco don Vittorio Rota, in questi giorni impegnato fuori Parrocchia.

Gli angioletti sono stati staccati da una raggera situata sull'altare della cappelletta attigua alla basilica di san Biagio. I carabinieri di Cisano bergamasco hanno svolto un sopralluogo nella chiesa. E' probabile che i ladri abbiano operato anche di giorno, quando la basilica è aperta. I carabinieri hanno informato il comando di Bergamo e il nucleo tutela patrimonio culturale di Monza. Nel marzo del 2004 sempre a Caprino, nella parrocchiale di Celana erano stati rubate dei preziosi dipinti ritrovati dopo due mesi proprio dai carabinieri.

Altri furti sono stati messi a segno nelle chiese a Gorno, prima di ferragosto, e a luglio ad Arzago. Nel mirino dei ladri ancora le sculture degli angioletti.
Giovedì 12 era toccato alla chiesa di San Martino Vescovo a Gorno dove sono state rubate due statuette in marmo di Carrara, raffiguranti due angioletti seduti, due opere risalenti al Settecento. Un altro furto era stato compiuto lo scorso fine luglio nella parrocchiale di Arzago d'Adda (il secondo furto in questa chiesa nel giro di quattro anni). I ladri avevano asportato quattro statuette lignee, raffiguranti altrettanti angioletti alati, collocate su un baldacchino utilizzato durante le processioni solenni.

e.roncalli

© riproduzione riservata