Giovedì 07 Ottobre 2010

Saldi al via dal 6 gennaio
Tutte le regole da conoscere

I saldi invernali inizieranno il 6 gennaio. La conferma arriva direttamente dalla Regione: «Ho stabilito congiuntamente alle associazioni di categoria - comunica l'assessore regionale al Commercio, Turismo e Servizi, Stefano Maullu - di posticipare al 6 gennaio 2011 la data di inizio dei saldi invernali che, in base all'attuale legge regionale, cadrebbe invece il 1° gennaio».

«È già pronta - aggiunge Maullu - la modifica del calendario, così come stabilito da una delibera della giunta regionale della Lombardia del 2007. Si pone anche il problema che, per il Testo Unico sul Commercio, il primo giorno dell'anno è caratterizzato dalla chiusura obbligatoria di tutti gli esercizi commerciali. La soluzione consiste in una delibera di giunta che modifichi l'inizio e, conseguentemente, anche la fine dei saldi invernali».

LE REGOLE PRINCIPALI
I commercianti hanno l'obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso (è invece facoltativa l'indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso).

L'operatore commerciale ha l'obbligo di fornire informazioni veritiere in merito agli sconti praticati sia nelle comunicazioni pubblicitarie (che, anche graficamente, non devono essere presentate in modo ingannevole per il consumatore) sia nelle indicazioni dei prezzi nei locali di vendita.

Non può, inoltre, indicare prezzi ulteriori e diversi e deve essere in grado di dimostrare la veridicità delle informazioni relative al prodotto agli organi di controllo.

I prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale (se ciò non è possibile, cartelli o altri mezzi devono fornire al consumatore informazioni inequivocabili e non ingannevoli).

Se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiedere la sostituzione dell'articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre, quindi, conservare.

r.clemente

© riproduzione riservata