Martedì 12 Ottobre 2010

Droga, traffico con la Spagna
A Bergamo in arresto due fratelli

Due fratelli, L. M. e L. P., sono stati arrestati in provincia di Bergamo dai finanzieri del Gruppo operativo antidroga del comando provinciale di Napoli: si tratta dell'epilogo dell'operazione Box, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che ha portato, nell'autunno del 2005, all'arresto di L. P. C., padre dei due arrestati, dopo la scoperta di un sodalizio collegato al clan Mazzarella e con solide basi logistiche nella Costa del Sol, in Spagna.

Il padre, in tre distinte occasioni, fu trovato in possesso di oltre 500 chili di hashish. Intercettazioni telefoniche hanno fatto emergere il coinvolgimento dei figli nelle attività illecite del padre. L. M. - arrestato a Treviolo - era incaricato dal padre di consegnare in Italia ingenti somme di denaro ad un cittadino di origine spagnola che svolgeva le funzioni di corriere della droga e di persona di fiducia. L. P. - arrestato ad Almenno San Bartolomeo - , invece, riceveva dallo stesso spagnolo consistenti somme di denaro contante provento delle attività criminali che venivano impiegate in imprese italiane.

a.ceresoli

© riproduzione riservata