Martedì 12 Ottobre 2010

Cade dal tetto del capannone
Gravissimo un operaio di Zogno

Un operaio di 37 anni residente a Zogno - è ricoverato in gravissime condizioni agli Ospedali Riuniti di Bergamo per le conseguenze riportate cadendo dal tetto di un capannone dell'azienda - la 3V Sigma - in cui stava lavorando per conto terzi. L'incidente è avvenuto attorno alle 14.45, in una ditta di Grassobbio, sita lungo via Cristoforo Colombo.

Ancora da ricostruire l'esatta dimanica dell'incidente. Sembra comunque che l'operaio fosse impegnato sul tetto di un capannone adibito a magazzino e su cui stava facendo un lavoro di sostituzione di alcune lastre di «onduline». Improvvisamente  l'uomo - che era regolarmente salito con un «cestello» ma forse non era imbragato - è precipitato al suolo all'interno del capannone stesso, finendo sul pavimento dopo un volo di almeno una decina di metri. Potrebbe essere che l'uomo sia sporto eccessivamente dai camminamenti che stava percorrendo, perdendo l'equilibrio e finendo sulle lastre, sbriciolatesi sotto il suo peso. Sembra anche che nel punto in cui l'uomo è caduto, sotto le lastre ci fosse stata anche una sorta di intercapedine, sempre nello stesso materiale, andata anch'essa in frantumi.

Le sue condizioni sono apparse gravissime già ai primi soccorritori: l'uomo era a terra in una pozza di sangue e privo di conoscenza.

Il personale dell'auto medica, dell'ambulanza e dell'elisoccorso inviati dalla centrale operativa del 118, dopo avergli prestato le prime cure, l'hanno trasportato d'urgenza agli Ospedali Riuniti di Bergamo dove si trova ricoverato in gravissime condizioni.

Sul posto anche i carabinieri e i tecnici dell'Asl.

a.ceresoli

© riproduzione riservata