Lunedì 18 Ottobre 2010

Cisl, imbrattata la sede centrale:
uova e scritte in via Carnovali

Dopo Treviglio tocca a Bergamo. I sindacalisti della Cisl bergamasca hanno trovato questa mattina, lunedì, la sede centrale di via Carnovali imbrattata da lanci di uova e scritte contro il sindacato. Si tratta del secondo attacco contro una sede Cisl nella nostra provincia: il 30 settembre un corteo Fiom si era concluso con un lancio di uova e petardi contro la sede Cisl di Treviglio.

Quasi certamente si è trattato di un tentativo di emulazione da parte di un gruppo isolato o, addirittura, di una sola persona: sulla facciata sono comparse due scritte identiche (con la parola «servi») ed è stata lanciata una manciata di uova. Certo è curiosa la coincidenza del giorno scelto per il «raid»: il lunedì mattina infatti alla Malpensata si tiene il mercato e la zona è affollata di gente.

«Questo ovviamente non ci farà desistere dal proseguire con determinazione il percorso sindacale che abbiamo promosso e che promuoveremo nel prossimo futuro». È il commento a caldo di Ferdinando Piccinini, segretario generale della Cisl di Bergamo. Piccinini, intervistato dalla nostra redazione, parla della «voglia di emulazione di quattro imbecilli che per l'ennesima volta offendono non solo l'organizzazione maggioritaria nel territorio bergamasco, ma offendono anche gli oltre 120 mila iscritti e  le migliaia di delegati sindacali che si impegnano quotidianamente nell'organizzazione».

ASCOLTA L'INTERVISTA A PICCININI: NELL'ALLEGATO

Il comunicato ufficiale della Cisl di Bergamo

«La voglia di emulazione continua a produrre danni, al momento e per fortuna, ancora più morali che fisici, ma i “soliti quattro deficienti” rischiano di far incancrenire una situazione che avrebbe invece bisogno di trovare calma e capacità di ascolto per poter trovare le soluzioni più adeguate ai bisogni dei lavoratori.

Dare dei servi a chi si spende per il bene e la tutela del lavoro e delle persone offende tutta la Cisl Bergamasca, gli oltre 120.000 iscritti, le migliaia di delegati sindacali e attivisti pensionati per si impegnano quotidianamente nell'organizzazione.

La Cisl Bergamasca è l'organizzazione sindacale ampiamente maggioritaria in questo territorio, non si farà intimorire e proseguirà con determinazione il proprio percorso sindacale, con l'apertura al confronto che da sempre ci contraddistingue».

r.clemente

© riproduzione riservata