Giovedì 21 Ottobre 2010

«Lealtà, dedizione, trasparenza»
Consegnate le onorificenze

L'onorificenza più alta, quella di «grande ufficiale», è stata conferita a Demetrio Amaddeo, classe 1925, da tutti conosciuto come «Mimmo», nome che ha dato alla pizzeria-ristorante aperta in Città Alta nel 1956, quando arrivò dalla Calabria, portando al nord la pizza e i sapori della cucina mediterranea. A Beatrice Trussardi, imprenditrice, residente in città, 39 anni, figlia primogenita dello stilista Nicola Trussardi, è stata conferita l'onorificenza di «commendatore».

Ad altri due bergamaschi è stata assegnata l'onorificenza di «ufficiale»: Armando Battaglia di Azzano San Paolo, 63 anni, già sottufficiale dei carabinieri e Giovan Battista Colombi, di Cazzano Sant'Andrea, 70 anni, già impiegato. Insieme a loro hanno ricevuto l'onorificenza di «cavaliere» altri sedici cittadini. In totale sono state 20 le onorificenze consegnate in prefettura a cittadini che si sono distinti nella loro attività, onorando la famiglia, il lavoro e la società bergamasca.

«Consegnandovi l'onorificenza – ha detto il prefetto Camillo Andreana – lo Stato italiano vi manifesta riconoscenza e gratitudine, perché avete dimostrato lealtà, dedizione e trasparenza». Nella consegna degli attestati il prefetto è stato affiancato dall'assessore Mario Gandolfi per la Provincia e dal vicesindaco Gianfranco Ceci per Bergamo, quindi di volta in volta dal sindaco del paese di provenienza dell'insignito. Presente Marcello Annoni, presidente provinciale dell'Unci.

Questi i 16 neo Cavalieri: Angelo Albani di Zanica, 61 anni, imprenditore; Giuseppe Tarcisio Ambrosini di Bergamo, 86 anni, imprenditore; Emilia Auriana di Castelli Calepio, 51 anni, impiegata; Arnaldo Bergamelli di Pradalunga, 74 anni, titolare d'azienda; Enrico Bianchi di Presezzo, 88 anni, imprenditore a riposo; Luigi Bresciani di Gandino, 87 anni, dirigente d'azienda a riposo; Graziano Caldiani di Bergamo, 59 anni, condirettore generale Ubi Banca; Claudio Di Blasio di Seriate, 56 anni, sottufficiale dei carabinieri; Sergio Fabiani di Dalmine, 85 anni, medico in pensione; Virgilio Giorgi di Nembro, 81 anni, già operaio; Danilo Milani di Fontanella, 58 anni, titolare ditta meccanica; Giuseppe Podera di Torre Boldone, 91 anni, già operaio; Ermenegildo Riva di Antegnate, 91 anni, già impiegato; Santino Rizzi di Bergamo, 88 anni, già geometra; Ferruccio Rota Sperti di Mozzo, 70 anni, commercialista; Achille Vitali di Seriate, 58 anni, impiegato.

R. V.

a.ceresoli

© riproduzione riservata